Latina, Calvi lancia la sfida di Forza Italia: “Vogliamo una vittoria straordinaria”

276

“Non sarà una campagna elettorale normale. Ma siamo determinati a vincere. Anzi vogliamo una vittoria straordinaria, di quelle esemplari. Per questo vi chiedo di non mollare neanche di un centimetro, andiamo a prenderci quello che ci meritiamo”. Alessandro Calvi come non l’avete mai visto. In platea trecento persone o giù di lì, nella sala grande del Park Hotel per la presentazione ufficiale del candidato a sindaco di Forza Italia. Vale a dire proprio il segretario provinciale del partito. Che passa per uno flemmatico e invece davanti alla sua gente sembra un leone ferito. Mostra i denti e stringe i pugni. Urla, perfino. Ma, sottolinea, “non saremo rancorosi”.

alessandro calvi“ATTACCANO PERCHE’ NON HANNO IDEE” Sullo sfondo immaginario ci sono sempre le primarie del centrodestra, prima condivise e poi boicottate, e le accuse di tradimento lanciate agli ex alleati da chi quelle consultazioni le ha vinte: Nicola Calandrini, Fratelli d’Italia. “Io credo – insiste Calvi – che questa volta la differenza la faranno gli uomini, le idee, i progetti. Senza attacchi personali. Chi lo fa non ha a cuore la città, non ha una visione completa della missione che ci attende ma preferisce attaccare gli altri per un avere un consenso politico a buon mercato. Ha ragione Giuseppe Simeone quando dice che per venti anni abbiamo portato i voti per far governare gli altri. Adesso vogliamo essere protagonisti”

L’URBANISTICA E IL SOCIALE Di urbanistica non se ne parla, Calvi però lancia a sorpresa il tema centrale della sua campagna elettorale: i servizi sociali. “Ho in mente un super progetto di welfare, ne parlerà tutta Italia. E poi finalmente una grande biblioteca per i nostri ragazzi, che quella di oggi è ridicola. Dobbiamo trattenere qui i giovani, invitarli a dare qui il loro contributo per la crescita della città”

forza italiaLA SEGRETERIA E  GLI ALLEATI Dice: “Non sono egoista, il partito deve continuare a crescere. Per questo ho già riconsegnato al segretario regionale il mio incarico di coordinatore provinciale”. Sulle alleanze, annuncia invece novità eclatanti. “Saranno tante e preziose, ve ne accorgerete presto. Abbiamo in mente un’idea di centrodestra concreto, affidabile, capace di rappresentare le esigenze di una città come la nostra”

LA CAMPAGNA DI PANCIA Quindi la chiusura, in crescendo. “Non sarà una campagna elettorale normale. Parliamo con la pancia per arrivare al cuore delle persone. E’ il momento di abbandonare i discorsi preparati in qualche stanza del palazzo. Ecco – e lascia cadere un blocco di fogli dattiloscritti -, questi non mi appartengono più. Questa campagna elettorale non la sbaglieremo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti