Terracina, ex mercato Arene: un campo di battaglia pieno di mine

310

Il Comune di Terracina tira dritto sulla vendita dell’ex mercato di via Benito Di Florio e stanzia oltre 2.500 euro per dare pubblicità al bando deliberato dal commissario prefettizio Ermina Ocello, relativo all’alienazione dell’immobile di proprietà dell’ente municipale. Al contempo Alessandro Ceci, dell’associazione Amo Terracina che ha dichiarato guerra all’iniziativa assunta contro il progetto Casa della Cultura, da realizzare all’interno dello stabile, ha scritto una lettera aperta con la quale si invitano i cittadini e le forze politiche ad avviare una campagna di dissuasione all’acquisto dell’ex mercato.

Alessandro CeciLa campagna di dissuasione: ricorsi ad orologeria

Ceci chiede così il sostegno a ribellarsi “in tutti i modi leciti per restituire il mercato Arene alla città”, ostacolando “legalmente ogni realizzazione di un nuovo centro commerciale, per far capire a chi vorrà rispondere allo scellerato bando che rischia di buttare 1.600.000 (unmilioneseicentomila) euro”. Perché l’intenzione è quella di mettere in campo una serie di ricorsi ad orologeria: “Il potenziale acquirente – spiega – non potrà realizzare l’investimento prima dei prossimi 12 anni. Spendere 1,6 milio di euro non gli risulterà conveniente”.

Ex mercato Arene di Terracina
Ex mercato Arene di Terracina

Le inserzioni a pagamento e la censura a Ceci

E oggi è apparsa all’albo pretorio del Municipio la determinazione, numero 361 del 23 marzo 2016, a firma di Ada Nasti, dirigente del Dipartimento finanziario del Comune di Terracina, che impegna la somma di 2.586,40 per le pubblicazioni del bando di alienazione dell’ex mercato Arene sui quotidiani locali e sul Sole24ore. Una giornata da dimenticare per Ceci che, dopo la diffusione sui social della lettere aperta alla città, si è visto bloccare il post di denuncia contro “l’usurpazione del podestà”, con il quale aveva riavviato la battaglia per la Casa della Cultura sottoponendola all’attenzione anche del Prefetto di Latina e del Presidente della Repubblica. Ceci aveva chiesto alla rete di dare visibilità al suo post in modo da poter raggiungere il Presidente del Consiglio dei Ministri Mattero Renzi, il ministro dell’Interno Angelino Alfano, il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, il sottosegretario pontino Sesa Amici, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l’assessore alla cultura della Regione Lidia Ravera.

Cercasi avvocato

Nelle ultime ore, infine, Ceci ha pubblicato sulla pagina Facebook Amo Terracina il seguente avviso: “Cerchiamo avvocati specializzati per ricorso al Tar contro il bando per la vendita del mercato arene. Contattare alessandro ceci in ale@alessandroceci.eu”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti