Priverno, sulla vicenda dell’Area Archeologica torna a parlare l’ex sindaco Delogu

117

Dopo l’interrogazione parlamentare riguardante l’area archeologica presentata dagli esponenti del Movimento 5 Stelle, torna a parlare della vicenda dei lavori in corso nell’antica Privernum anche l’ex sindaco Angelo Delogu: “Abbiamo appreso con piacere la notizia dell’interrogazione parlamentare presentata da alcuni senatori del Movimento 5 Stelle in merito alla triste vicenda dell’Area Archeologica di Mezzagosto. E speriamo che questo possa contribuire finalmente a un positivo interessamento alla vicenda da parte del Governo o della Regione Lazio. Ma aspettiamo prima di esultare. Perché occorre ricordare che insieme alle denunce, alle proteste, alle domande, alle richieste, alle interrogazioni (che a dire il vero non sono mancate in questi anni): l’Area Archeologica ha bisogno soprattutto di risposte. E sin qui gli unici che hanno dato – dopo anni di vergognoso abbandono – delle risposte concrete (criticabili finché si vuole, ma risposte e non parole) siamo stati noi con la nostra Amministrazione. Abbiamo smesso di interrogarci e abbiamo finalmente provveduto (assumendoci una grande responsabilità) a sbloccare la situazione di stallo che si protraeva da anni, con la chiusura del contenzioso in essere, l’utilizzo di altri fondi che rischiavano di cadere in perenzione, la predisposizione di un variante che ha consentito finalmente la ripresa dei lavori.Senza considerare altri progetti di recupero che avevamo predisposto e che attendevano di essere finanziati. Sarebbe dovuto essere il Commissario a portare a termine quel lavoro già iniziato, ma evidentemente qualcosa, venendo meno una volontà politica forte, si è bloccato di nuovo. Ora sarà nostro compito nel momento in cui torneremo al governo della città porre riparo a questi ulteriori danni e a questi continui ritardi.Sperando finalmente di trovare una sensibilità maggiore anche da parte degli altri livelli di governo: perché per ridare vita all’Area Archeologica più che parole servono delle risorse importanti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNerazzurri, a Cesena è vietato sbagliare!
Articolo successivoSonnino, raffica di sassi dal cavalcavia per colpire i camion: denunciati due ragazzini
Luca Morazzano, giornalista pubblicista, nato a Sezze, vive a Maenza. Intraprende la via del giornalismo qualche tempo dopo la Laurea in Filosofia per tirarsi fuori dal dolce-amaro far nulla della disoccupazione dopo gli studi. Comincia dalla cronaca sportiva di incontri di calcio dilettantistico sui campetti di provincia (che ancora non abbandona); tenta la via dell'insegnamento senza successo qundi scommette tutto sull'informazione. Dopo esperienze varie, diventa corrispondente dai Lepini per il Giornale di Latina.