Vivi Prossedi, un meraviglioso viaggio tra le cantine

424
sostengo-prossedi

vivi-prossediVivi Prossedi nasce da un’idea folle e straordinaria, inseguita con la tenacia di una famiglia che ha fatto delle proprie passioni un lavoro. E delle proprie visioni un obiettivo da raggiungere. Ecco allora Rivalutiamo Prossedi, una gigantesca operazione di marketing territoriale che punta a riqualificare l’antico borgo, costretto come quello di altri piccoli paesi collinari a fare i conti con lo spopolamento, la disoccupazione, la fuga dei giovani.

A coordinare il progetto sono Laura e Sara Costigliola della Sostengo srl, una costola della Canalelec, l’azienda di famiglia avviata da papà Francesco, impegnata però su mercati completamente diversi.

A Prossedi Sostengo dallo scorso anno ha avviato un imponente programma di riqualificazione urbanistica che partendo dalla ristrutturazione delle vecchie cantine, trasformate in botteghe per la commercializzazione dei prodotti tipici, punta ad offrire al turista tutti i servizi indispensabili per vivere, nel migliore dei modi, l’esperienza di un soggiorno nello straordinaria atmosfera di Prossedi.

vivi-prossedi-ingresso-borgo

Ecco allora che accanto alle botteghe di eccellenze agroalimentari, prodotti artigianali e souvenir, nascono punti di ristoro per le esigenze più disparate. Bar, ristorante, pizzeria, braceria. E poi le piccole locande per dormire, un piccolo di albergo diffuso che offre ai turisti la possibilità di scegliere tra appartamenti in grado di soddisfare ogni esigenza e con qualsiasi tipo di formula.

E se il turista che ama la montagna potrà farsi condurre da guide specializzate attraverso i sentieri dei Lepini, quelli che amano il mare e la cultura potranno apprezzare le isole Ponziane, Ischia, Napoli e tutto il meglio che la costa laziale e campana possa offrire. “Prossedi ė un paesino piccolo ma dalla grande anima – amano ripetere i promotori del progetto -. Vogliamo che i tanti che ancora non la conoscano vengano qui almeno per qualche giorno. Non potranno non ritornare”.

Sito web: http://www.viviprossedi.it/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/viviprossedi/

LE VOSTRE OPINIONI

commenti