Latina, al via il concorso internazionale per complessi da camera “Massimiliano Antonelli”

332

Si svolgerà a Latina, presso il conservatorio “Ottorino Respighi”, il 21 e il 22 ottobre 2016, la seconda edizione del concorso internazionale per complessi da camera “Massimiliano Antonelli”. L’evento, realizzato da Associazione culturale “Eleomai” – Dizionario della Musica in Italia – Conservatorio Statale di Musica “Ottorino Respighi” di Latina – con il patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio e della Provincia di Latina, è promosso da Giovanni Antonelli e dedicato alla figura del giovane figlio flautista Massimiliano in ricordo della sua prematura scomparsa.

La valorizzazione dei giovani e del territorio

L’iniziativa è finalizzata a valorizzare i giovani complessi e il loro talento, premiarne la dedizione alla musica da camera, stimolare lo scambio musicale e culturale tra giovani artisti, promuovere culturalmente e turisticamente il territorio pontino. Sulla scia del successo ottenuto nella prima edizione, alla quale hanno partecipato numerosi complessi provenienti da tutta Italia e che è stata vinta dal “Salerno Piano Trio” – spiegano gli organizzatori – “l’organizzazione affidata all’associazione Eleomai e al Dmi di Latina si augura di vedere crescere il numero degli iscritti mantenendo alto il livello artistico e qualitativo degli stessi”.

Il concorso

Possono partecipare al concorso complessi con o senza pianoforte a partire dal trio, la cui media delle età dei componenti non superi i 33 anni alla data del concorso. Le prove eliminatorie si svolgeranno il 21 e il 22 ottobre nell’Auditorium “Roffredo Caetani” del Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina e prevedono l’esecuzione di almeno due brani della durata massima complessiva di 30 minuti. La prova finale del 22 ottobre prevede l’esecuzione di almeno due brani della durata massima complessiva di 30 minuti. I complessi potranno ripetere uno solo dei brani già eseguiti nella prova eliminatoria.

Il concerto finale
La finale si terrà in forma di concerto con la partecipazione attiva del pubblico che attribuirà un proprio premio.

I premi

I premi in denaro riservati ai concorrenti sono quattro e indivisibili: i primi tre premi “Massimiliano Antonelli” ammontano rispettivamente a tremila, mille e cinquecento e mille euro e sono offerti da Giovanni Antonelli, il quarto premio “Del Pubblico” è di mille euro. Saranno ammesse al concorso le domande inviate entro il 10 ottobre 2016.

La giuria

La Commissione giudicatrice del concorso è composta da illustri cameristi italiani: Bruno Giuranna Presidente (già violista de I Musici, del Quartetto di Roma e del Trio Italiano d’Archi, già docente Conservatorio Santa Cecilia, docente Accademia Stauffer Cremona), Giordano Antonelli (già violoncello solista dell’Orchestra Sinfonica di Granada, fondatore e direttore dell’ensemble barocco Musica Antiqua Latina), Rodolfo Bonucci (già violinista de I Virtuosi di Roma e de I Musici, accademico e docente Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Paolo Centurioni (già violista de I Musici e del Trio d’archi di Roma, già docente Conservatorio di Santa Cecilia), Laura Manzini (fondatrice e pianista dell’EsTrio, docente in rappresentanza del Conservatorio di Latina), Franco Petracchi (già primo contrabbasso Orchestra Rai Roma, già docente Conservatorio Santa Cecilia, docente Accademia Stauffer Cremona), Stefania Redaelli (pianista, Accademia Chigiana di Siena, docente Conservatorio di Vicenza), Francesco Strano (già violoncellista de I Musici, già docente Conservatorio di Santa Cecilia, docente Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Claudio Paradiso (fondatore e direttore de I Fiati di Parma, presidente del DMI, docente Conservatorio Perugia, già flautista del Quintetto a fiati italiano).

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti