Sabaudia, “Città Cardioprotetta”: sabato la consegna del defibrillatore all’Istituto Cencelli

202
Giada Gervasi

Arrivano i primi risultati concreti a favore dei cittadini di Sabaudia coinvolti dal progetto “città cardioprotetta”. Sabato 2 aprile, alle 9, infatti, ci sarà, la consegna del defibrillatore destinato alla sede di Borgo Vodice dell’Istituto Valentino Orsolini Cencelli di Sabaudia. Sempre nella stessa giornata si svolge lo screening gratuito dell’aorta. Presso la palestra del Borgo, infatti, in via dei Pionieri, dalle 9 alle 12, ci si potrà sottoporre a visita ed esami specifici gratuiti per la prevenzione dell’aneurisma dell’aorta addominale. Mentre domani 1° aprile, al Pineta, sarà inaugurata, alle ore 20, l’esposizione delle opere di Rocco Lancia, con aperitivo e incontro con l’autore, il tutto finalizzato alla raccolta fondi a sostegno del progetto. La mostra resterà aperta due settimane durante le quali i visitatori oltre ad ammirare le opere dell’artista potranno essere parte attiva del progetto di Cittadini al Lavoro.

“Raccogliamo i primi frutti ma continuiamo a seminare affinché la nostra Sabaudia possa diventare davvero una città cardioprotetta – ha commentato la consigliera Giada Gervasi – Quando si lavora con un fine ben preciso, i risultati non stentano ad arrivare e questa ne è la dimostrazione. Cittadini al Lavoro è pronta a consegnare il primo defibrillatore alla città di Sabaudia, acquistato con i gettoni di presenza e con alcune raccolte fondi che la lista civica, in collaborazione con il Gruppo Giovani e il Gruppo Donne, ha portato avanti in questo ultimo anno. Iniziative conviviali e di intrattenimento che hanno permesso all’associazione di poter acquistare il macchinario salvavita ma anche di poter istruire al suo utilizzo, attraverso corsi di formazione ad hoc, cittadini ed operatori”. “La salute è un diritto imprescindibile e come amministratori abbiamo il dovere di tutelarlo in ogni sua forma ed espressione – aggiunge la Gervasi – Io voglio vivere in una città cardioprotetta che sia in grado di intervenire tempestivamente in situazioni di emergenza, attraverso strumentazione adeguata e personale, anche non sanitario, formato e pronto a mettersi a disposizione del prossimo, con altruismo e condivisione”.

Defibrillatori in ogni quartiere

Il progetto “Sabaudia, città cardioprotetta” ha come obiettivo finale quello di portare nel centro urbano e nei Borghi e nelle periferie apposite colonnine provviste di defibrillatore, come avviene oramai in molte città italiane – spiegano i promotori dell’iniziativa – soprattutto in quelle a forte vocazione turistica come Sabaudia.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti