Priverno, assegnate le nuove cariche nel circolo di Sel

414

Il circolo Sel di Priverno si è rinnovato. Il partito che ha espresso il primo cittadino nella passata amministrazione ha rinnovato il proprio gruppo dirigenziale. L’ormai ex segretario Simone D’errico un po’ per motivi di studio ma soprattutto per motivi di cuore, che lo portano sempre più spesso a trasferirsi nella Ville Loumier, ha deciso di lasciare la carica di segretario politico. La scelta del successore è ricaduta su Giuseppe Sciscione, Pino per i più, stimato professionista Architetto nonché Docente del Locale Liceo Artistico “Antonio Baboto” istituto che dallo scorso anno scolastico è entrato a far parte della famiglia dell’ ISISS “Teodosio Rossi” di Priverno. E’ uomo della prima ora, Pino, che ha contribuito alla fondazione di quel movimento politico che dopo vari passaggi ha assunto il nome di SEL. A collaborare nella segreteria politica il neo eletto segretario ha chiamato, oltre Angelo Delogu ex sindaco, giovani ormai con un bagaglio di esperienza di tutto rispetto quali gli ex assessori della passata giunta Delogu ossia Antonio Ines e Pierluigi Vellucci, gli ex consiglieri Sonia Quattrociocche e Martina D’Atino, altri giovani meno titolati ma con altrettanta competenza e voglia di fare come Alessandro Rossi, Paolo Bovieri , Carlo Miccinilli e Davide Di Legge. Il gruppo è naturalmente coadiuvato dai numerosissimi nuovi e vecchi giovani che gravitano da sempre intorno al circolo, essi animano e assicurano l’ottima riuscita di ogni evento organizzato dallo stesso come ad esempio, solo per citarne uno, “Penso Propositivo” l’ormai nota 5 giorni di dibattiti con la cittadinanza alla ricerca di proposte e problematiche della città, che si è svolta a fine ottobre nei locali dei portici comunali. La compagine SEL è felicemente sorvegliata dal decano Sandro Trani che assicura da sempre saggezza, esperienza ed una visione della vita che solo una persona matura sa dare ad un gruppo, il tutto condito con quel pizzico di ironia che lo contraddistingue. In questa particolare fase politica della città, che vede tutti in attesa di attestarsi ai blocchi di partenza per la imminente corsa alla campagna elettorale, non resta altro che augurare, alla nuova compagine politica, buon lavoro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteTerracina, la sfida elettorale di Palmacci. Il “sindaco” della città digitale
Articolo successivoSezze, Carabinieri attivi sul territorio; sventati due furti
Luca Morazzano, giornalista pubblicista, nato a Sezze, vive a Maenza. Intraprende la via del giornalismo qualche tempo dopo la Laurea in Filosofia per tirarsi fuori dal dolce-amaro far nulla della disoccupazione dopo gli studi. Comincia dalla cronaca sportiva di incontri di calcio dilettantistico sui campetti di provincia (che ancora non abbandona); tenta la via dell'insegnamento senza successo qundi scommette tutto sull'informazione. Dopo esperienze varie, diventa corrispondente dai Lepini per il Giornale di Latina.