San Felice Circeo, scambio di idee ed esperienze tra disabili italiani e danesi

398

Sabato 9 Aprile a partire dalle ore 18 si svolgerà, presso il Centro Ferie Salvatore, un incontro che unisce varie iniziative locali del mondo della disabilità e la scuola Egmont Hojskolen, storico istituto danese dove disabili e non disabili adulti studiano e vivono insieme in un ambiente totalmente privo di barriere, creando così un sistema unico di integrazione. Già da 15 anni la scuola Hojskolen arriva al Centro Ferie Salvatore ogni primavera, chiedendo ogni volta la possibilità di incontro con disabili ed assistenti italiani per intrattenere uno scambio di esperienze, soluzioni ed idee che riguardano sia le persone disabili, sia quelle che fanno parte del loro percorso.

Quest’anno all’incontro parteciperanno per la prima volta anche la Cooperativa Insieme Liberi ONLUS Sabaudia, che ha tra i suoi obiettivi l’integrazione nella società di persone con disagio fisico, mentale e sociale attraverso il veicolo primario dell’agricoltura; la Cooperativa Ninfea Sabaudia, che da 30 anni individua nel sociale il suo ambito privilegiato rivolgendosi alle fasce più deboli e svantaggiate offrendo loro una grande varietà di servizi in vari comuni dell’Agro Pontino e che da anni organizzano una colonia estiva per ragazzi con disabilità presso la spiaggia del Centro Ferie Salvatore; infine l’Associazione di promozione sociale rete solidale, che opera sul territorio locale offrendo svariati laboratori alle persone con difficoltà, collaborando anche con varie scuole, ed altri servizi sempre mirati a tutelare i diritti delle persone disabili e la loro integrazione.

Dopo una prima parte in cui verranno presentate le attività di ciascun gruppo, verrà dato spazio alla parte più attesa ed importante dell’evento, quella in cui il Centro Ferie Salvatore compie la missione lasciata da Salvatore Avagliano, grande pioniere del turismo per disabili. Dalle ore 20 in poi, quindi, si darà il via ad una serata di divertimento tra musica dal vivo, barbecue e balli che coinvolgeranno persone di tutte le età, nazioni e disabilità.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti