Priverno, è iniziata la settimana alternativa dell’IC Don Andrea Santoro

152

Tempo di didattica alternativa per le alunne e gli alunni dell’Ic “Don Andrea Santoro” di Priverno-Prossedi. continuando una tradizione ormai consolidata, le lezioni “tradizionali” si interromperanno dal giorno 11 al giorno 15 aprile, per permettere lo svolgimento di attività ed esperienze alternative, più giocose ed accattivanti. Una settimana senza zaino, senza lezioni, senza compiti!
La settimana di didattica alternativa si colloca in questo periodo dell’anno, per consentire agli alunni di tirare il fiato e riprendersi dalle fatiche invernali. Complice la bella stagione, si organizzeranno uscite sul territorio, gite scolastiche, visite di istruzione, giochi nelle piazzette più tipiche di Priverno, incontri con esperti e specialisti. Ma non solo. Ogni sezione di scuola dell’infanzia e ogni classe di scuola primaria e secondaria di primo grado del Circolo, ha approntato un proprio programma, in continuità con quanto appreso finora dagli alunni. Non solo divertimento, quindi, ma approfondimenti e apprendimenti calati nella realtà quotidiana, che ripropongono, in maniera alternativa, percorsi già esperiti dagli alunni.
Attività laboratoriali, progetti teatrali, visite ai musei, animazione alla lettura, pittura, manipolazione, attività di coding, giardinaggio, origami, giochi della tradizione…sono alcune delle attività che animeranno queste giornate.
All’interno della settimana di didattica alternativa, confluiranno anche alcune iniziative proposte da associazioni sportive e dalla ProLoco di Priverno. In particolare, per le classi terze, quarte e quinte, si prevedono uscite nei vicoli di Priverno che fanno seguito ai percorsi di conoscenza del territorio, avviati in classe dagli operatori della ProLoco.
Inoltre, gli alunni avranno occasione di cimentarsi in varie attività di gioco.sport nelle giornate dedicate allo Sport di Primavera, che si terranno presso la palestra dell’Isiss di Priverno.
“L’esperienza della settimana di didattica alternativa mette in gioco docenti ed allievi – ha dichiarato la Dirigente Scolastica Anna Maria Bilancia – Mira al traguardo di una scuola sempre più coinvolgente e interattiva, aperta all’innovazione, attenta alle sollecitazioni che le vengono dal territorio, calata nella realtà locale, ma capace di confrontarsi con realtà più complesse”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti