Sermoneta, si nasconde a casa della sorella per evitare il carcere: 43enne di Sezze acciuffato dai carabinieri

137

Un 43enne di Sezze, che doveva scontare una pena di nove mesi di reclusione per porto abusivo di armi aggravato, ha dato filo da torcere ai carabinieri che dovevano notificargli il provvedimento restrittivo. L’uomo infatti si era nascosto a Sermoneta a casa della sorella ed è stato rintracciato dai militari al termine di una delicata attività d’indagine svolta anche mediante attività tecniche, di osservazione e pedinamento, estese in diversi comuni. Il 43enne, raggiunto, è stato portato nel carcere di Latina per l’espiazione della pena.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti