Terracina, sindacati in Prefettura per il centro “Gli anziani”

95
Lino Bucci

“Raccomandate varie, fax, comunicati stampa,  incontri con le istituzioni  (assessori, dirigente comunale ed Azienda Speciale) tutto lavoro inutile… da quattro anni.  Alla fine, venerdì 15 aprile ultimo scorso, a seguito di nostra richiesta del 29 febbraio 2016 e dei relativi risultati negativi , siamo stati ricevuti a Latina dal capo Gabinetto del Prefetto Monica Perna. Al centro del colloquio l’incresciosa situazione del centro sociale ‘Gli Anziani’ la cui nuova sede resta a tutt’oggi ancora un miraggio”. Lino Bucci, Doriano Recchia e Silviano Masci (rispettivamente segretari di Spi/Cgil Lega di Terracina, Fnp/Cisl Terracina e Uil pensionati Terracina)  danno così notizia di essere stati finalmente ricevuti in Prefettura. Il risultato? “La dottoressa Perna – fanno sapere in una nota stampa – ci ha assicurato il suo immediato interessamento anche nel sollecitare  un nostro incontro con il Commissario Prefettizio, o con la sua Vice, alla quale faremo presente che ancora esistono i margini temporali per una soluzione: basta volerlo. Come tutti ricorderanno in più occasioni abbiamo suggerito le varie location a nostro avviso compatibili per un Centro Anziani che, solo in alcuni casi, troverebbero attuazione con piccoli investimenti economici (vedi fabbricato posto alla Stazione ferroviaria)  mentre  per altri casi occorrerebbe una velocizzazione dei lavori (fabbricati in Via Badino e Calcatore)”. Bucci, Recchia e Masci, nel riepilogare quanto fino ad oggi svolto per trovare una soluzione alla problematica, nonostante i muri di gomma e il gioco dell’oca, continueranno a “lottare fino alla fine per una sede degna di questo nome e per il rispetto dei diritti degli anziani”. “Per il momento – concludono – siamo arrivati in Prefettura ma non ci fermeremo qui”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti