Latina, “EvaLuna”: lo spettacolo di narrazione a Latitudine Teatro

137

Sabato 23 aprile, presso la sala teatrale di Latitudine Teatro a Latina, debutta “EvaLuna”: lo spettacolo nato dal laboratorio degli adulti di terza annualità del centro di formazione e produzione teatrale diretto da Stefano Furlan.

Tre storie e tanti personaggi

Lo spettatore viene guidato dalla narrazione nelle storie che si susseguono una dopo l’altra, dalla vecchia concubina imprigionata, alla coppia di innamorati che affrontano insieme l’ultimo traguardo della loro vita, fino ad arrivare all’energico finale legato al mondo del circo. Storie di passione e di violenza, talvolta surreali, descritte con un linguaggio vivo, semplice e diretto, in grado di dipingere con colori nitidi i personaggi e le loro emozioni. Un sottile filo narrativo unisce queste storie dal tono sempre contenuto, quasi dimesso, in contrasto con la ricchezza delle immagini, l’esuberanza degli scenari e la stravaganza delle passioni che determinano i destini di una stralunata umanità.

Il realismo magico della letteratura sudamericana

In scena ci saranno: Alessandra Ceci, Alessia Peduto, Antonella Ciamarra, Antonio Mazzon, Emanuela Costanzo, Giorgia Conticello, Jacopo Colabattista, Luigi Orlandi, Maria Luisa Parrella, Natascia Aquilani, Nicola Pagano. L’impianto scenico è semplice come accade nel teatro di narrazione e le numerose ambientazioni del racconto si susseguono attraverso piccoli gesti e oggetti in un’atmosfera particolare che è l’aria in cui respirano le storie dei personaggi di EvaLuna, a rappresentare quel realismo magico legato alla letteratura sudamericana. Il progetto luci è curato da Gianluca Cappelletti, mentre la regia “a sei mani” è di Stefano Furlan, Michela Sarno e Morris Sarra.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti