Fossanova, al via il Concorso Musicale Nazionale per giovani studenti

287

Sta per partire il primo Concorso Musicale Nazionale per giovani studenti dai 9 ai 20 anni. La prima edizione della manifestazione che si svolgerà nei giorni 27, 28 e 29 aprile a Fossanova è stata organizzata dall’Associazione Culturale Alterazioni, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo San Tommaso d’Aquino di Priverno, scuola ad indirizzo musicale. Il concorso sarà inaugurato martedì 26 Aprile da un concerto della Fanfara della Polizia di Stato, diretta dal Maestro Secondino De Palma e dal Coro dei bambini della Scuola Primaria dell’IC S. Tommaso d’Aquino.

All’evento di respiro nazionale hanno aderito anche le Amministrazioni comunali e gli Enti territoriali che hanno concesso il Patrocinio a titolo gratuito, al fine di rendere patrimonio del nostro territorio un evento importante e qualificante che contribuirebbe a far risuonare di note, ancora una volta, il meraviglioso borgo medievale e far conoscere meglio le bellezze della nostra terra pontina. In particolare i Comuni di Priverno, Cori, Maenza, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci, Pontinia, Sezze e Sonnino hanno sostenuto convintamente l’iniziativa come anche la Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e la Provincia di Latina.

Ad iscrizioni chiuse, tra mercoledì a giovedì prossimo si terranno le audizioni di oltre cento solisti negli strumenti di pianoforte, archi, fiati, chitarra e canto e più di trenta ensemble. Venerdì si avvicenderanno ben undici orchestre di giovani musicisti provenienti da tutto il Lazio, dal Molise e dalla Campania. Sempre nella sera di venerdì 29 aprile saranno proclamati i vincitori e assegnati premi e borse di studio.

Questo successo è sicuramente dovuto alla Rassegna Musicale di Primavera che l’IC San Tommaso d’Aquino ha organizzato per cinque anni consecutivi sempre a Fossanova e che è diventata un appuntamento atteso nel mondo della musica giovanile del Lazio. Durate le giornate di Rassegna del maggio 2015 (5^ edizione) sono stati ospitati circa 500 giovani musicisti, provenienti dalle Scuole medie e dai Licei del Lazio, e poco più di 1500 ospiti che hanno assistito ai concerti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti