Storace a Latina per Tripodi: “Qui serve gente coraggiosa”

214
Angelo Tripodi e Francesco Storace

“In una campagna elettorale come questa ci vogliono persone coraggiose, non se ne può più di questo conformismo”. Francesco Storace non ha scelto una data come tante per il suo arrivo a Latina. Mette i piedi nella nuova sede della Destra poco dopo le 17.15. “Per fortuna che il 25 aprile è già quasi finito”, si lascia scappare. E’ qui per Angelo Tripodi, ma anche per presentare i nuovi quadri del partito. Ma i convenevoli durano poco. “A Latina – dice – avete vissuto situazioni analoghe a quelle romane, molti problemi sono gli stessi. Ma qui la leva urbanistica è servita solo a poche persone e non per risollevare l’economia delle famiglie. Siamo contenti di aver scelto Angelo, ci stiamo stringendo attorno a un candidato che ha dimostrato grande coraggio e il partito sta lavorando bene, forse qui meglio ancora che a Roma. Agli amici di Latina pertanto dico di mettercela tutta perché qui ci giochiamo una partita importante”

TRIPODI E GLI ALTRI SOLISTI “Il nostro – ha aggiunto Angelo Tripodi, candidato sindaco della Destra e di un’altra decina di liste – è un progetto nato nove mesi fa dalla volontà popolare. Abbiamo tanta gente comune tra di noi: agricoltori, operai, disoccupati. E’ una forza che nasce dal basso e sono felice che anche Storace abbia voluto puntare su di noi. In tanti si professano nuovi della politica, io non ho mai detto di esserlo ma nelle mie liste ci sono tante facce nuove, gente perbene, che vuole mettersi in gioco per dare un volto nuovo alla nostra città”. Poi l’appello agli altri candidati. “Non ho paura dei sondaggi, so che quando saranno pubbliche le liste sarà tutto diverso. Ma voglio comunque rinnovare l’invito a quei candidati a sindaco di centrodestra. Mi sono confrontato già con Davide Lemma ma vorrei poterlo fare anche con Chiarato e Sovrani, per esempio, perché tutti insieme potremmo farcela davvero. Perfino al primo turno”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti