Terracina, De Castris contro l’allevamento cozze: assordante il silenzio del commissario Ocello

90
Cinzia De Castris

Cinzia De Castris, candidata nella Lista Sciscione, torna sulla questione dell’allevamento intensivo di cozze a Terracina. “Noi Terracinesi dovremmo protestare tutti contro il progetto di impiantare nelle nostre acque un allevamento intensivo di mitili bivalvi – afferma De Castris -. No all’allevamento perché in una città come la Nostra non possiamo permettere questo scempio, e in qualità di Terracinese mi sono attivata per raccogliere il maggior numero di firme possibili per opporci ad un modo di fare politica che non rispecchia le esigenze del nostro territorio. Terracina è in possesso di un ricco patrimonio artistico, culturale e paesaggistico e di condizioni climatiche favorevoli; è una città a vocazione turistica e pertanto trae ricchezza dall’offerta di un prodotto proprio e su scala mondiale. Proprio per questo ritengo che, essendo il turismo un settore centrale nell’economia Terracinese, vengano presi in seria considerazione quei progetti che vanno a contribuire ad accrescere l’economia Terracinese e non l’impianto di mitili bivalvi che fa da deterrente turistico in una città come la nostra. Chiedo alla commissaria straordinaria di esprimersi anche con atti amministrativi coerenti. Sappiamo che si sta interessando della cosa ma questo suo silenzio fino ad oggi è stato assordante”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti