Santo Stefano, recupero del carcere borbonico: ecco 70 milioni di euro, mantenuta la promessa di Renzi

314
Matteo Renzi a Ventotene

A poco più di tre mesi di distanza dall’impegno assunto a Ventotene dal presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, arriva lo stanziamento di 70 milioni di euro ufficializzato dal Cipe per il recupero del carcere di Santo Stefano e per la contestuale realizzazione di un centro di formazione per i giovani d’Europa. Il progetto di Ventotene ricade nel piano varato per la Cultura dal Mibact, guidato dal Ministro Dario Fraceschini, per il quale è previsto un miliardo di euro. “La nostra provincia tornerà finalmente a ricoprire un ruolo di primo piano nel Mediterraneo grazie al recupero della prestigiosa storia del suo arcipelago, e pensiamo che anche il capoluogo avrà un ruolo di prim’ordine per veicolare questo progetto in Italia ed in Europa. Siamo e continueremo ad essere la casa dell’Europa, e grazie al governo nazionale possiamo affermarlo con l’orgoglio di chi progetta, programma e realizza”, ha dichiarato Enrico Forte, consigliere regionale e candidato sindaco del capoluogo Pontino.

Per l’esponente del Partito democratico, si tratta di “una promessa mantenuta dal Governo per rendere giustizia alla culla dell’Europa, con l’obiettivo di creare un centro di formazione in cui convergano le nuove generazioni e di dare una vera casa a  quei valori nati con Spinelli, il cui trentennale della morte ricadono proprio nel mese di maggio”.

La soddisfazione del sindaco di Ventotene

“Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha rispettato l’impegno assunto qui il 29 gennaio scorso – ha dichiarato il sindaco Geppino Assenso -. Ho sempre creduto in questa grande opportunità messa in campo dal Governo per il recupero del carcere, simbolo d’Europa. Siamo soddisfatti. Il presidente Renzi ha detto anche che il prossimo anno sarebbe tornato sull’isola a lavori iniziati. Noi lo aspettiamo. Recuperare l”ergastolo’ di Santo Stefano significa recuperare la memoria storica d’Italia e d’Europa. Lo stato di abbandono in cui versa il carcere ci dà un senso di tristezza: ogni pezzo che si stacca è come staccare un pezzo della nostra storia. Il progetto di recupero pensato alla formazione dei giovani è quanto di meglio potessimo sperare. Il 23 maggio ricorre l’anniversario della morte di Altiero Spinelli e stiamo organizzando insieme all’omonimo istituto tre giorni di convegni. A settembre il Presidente della Camere dei deputati, l’onorevole Laura Boldrini, sarà sull’isola per prendere parte al 35° seminario sul federalismo. C’è già stato un sopralluogo sull’isola per conto della Presidenza della Camera”.

Geppino Assenso
Geppino Assenso
L'isola di Santo Stefano
L’isola di Santo Stefano

LE VOSTRE OPINIONI

commenti