Formia, il Senatore Vacciano interviene sulla garitta borbonica

151

Si è tenuta questa mattina, lunedì 9 maggio, la visita del Senatore Giuseppe Vacciano a Formia. Il Senatore aveva preso contatti con l’Associazione Terraurunca a seguito delle segnalazioni della stampa che riportavano il grido di allarme lanciato da Terraurunca circa il pericolo di crollo della garitta di epoca ferdinandea posta a guardia della Villa Caposele, ultima dimora acquistata dai reali di Napoli, già Villa detta di Cicerone a Formia. Il senatore si è reso disponibile a studiare la legislazione che regola la gestione e la tutela dei beni culturali, col fine di sottoporre la questione della garitta al MIBACT con una eventuale interrogazione parlamentare, nel caso in cui si presentino i presupposti normativi. Da anni l’Associazione Terraurunca lavora per la tutela, la salvaguardia e la promozione del patrimonio storico, artistico, archeologico e culturale del territorio. Una parte del complesso di Caposele è stata appena restaurata dal Comune di Formia, grazie ai progetti PLUS, un’altra rimane in mani private ma la fruibilità della garitta borbonica, di proprietà comunale, versa ancora in uno stato critico. Pertanto l’Associazione Terraurunca ha ringraziato il Senatore Vacciano per la sensibilità dimostrata e per il tempo che sta dedicando a questo caso delicato, sperando che si possa tornare a parlare presto di questo inestimabile bene che nel suo complesso rappresenta la vera perla archeologica della città.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti