Circeo, sulla Torre dei Templari sventola Bandiera Blu

382

E’ tornato da Roma con il vessillo del colore del mare da difendere prima di ogni altra cosa. Gianni Petrucci, sindaco di San Felice Circeo, non nasconde la soddisfazione di aver incassato un altro successo al cospetto della Fee (Foundation for Environmental Education), la fondazione che promuove nel mondo la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione, formazione e informazione per la sostenibilità.

E’ una giornata iniziata con i buoni propositi: prima l’assegnazione della settima Bandiera Blu al Circeo, e poi la dichiarazione rassicurante del consigliere regionale capogruppo della Lista Zingaretti, Michele Baldi, sullo stop all’impianto di allevamento di mitili davanti alle vicine coste di Terracina. Rassicurante sì, ma non abbastanza da abbassare il livello di guardia. “Continueremo a vigilare sino alla pubblicazione sul Burl della revoca dell’autorizzazione concessa”, ha voluto precisare il primo cittadino di San Felice Circeo, ringraziando Baldi e il presidente Nicola Zingaretti.

Ma la gioia, questa sera, è grande e si affaccia dalla Torre dei Templari: “Siamo particolarmente contenti di questo prestigioso riconoscimento – ha dichiarato Petrucci -. Il nostro mare è sempre più blu. Continueremo a vigilare perché il nostro territorio venga rispettato”. L’amministrazione comunale di San Felice Circeo, appena domenica scorsa, aveva espresso soddisfazione per il decreto del governatore del Lazio con il quale si certificava il livello “eccellente” delle acque del Circeo, da Torre Paola a Golfo Sereno, in termini di balneazione. Un fiore all’occhiello per la promozione turistica del mitico promontorio di Circe che unito al vessillo della Fee si pone tra le mete più ambite del Lazio. Alla promozione con lode delle acque di San Felice ha contribuito la bonifica di canale Rio Torto che negli anni passati aveva messo a dura prova la trasparenza del mare all’ombra di Monte Circeo.

Oggi a San Felice si festeggia la settima Bandiera Blu, nella speranza di una ritrovata armonia con gli operatori del settore balneare che avevano lamentato l’innalzamento dei canoni per il passaggio alla categoria A. Gli amministratori comunali, sindaco Petrucci in testa, accompagnato dal segretario generale dell’Ente, il dottor Gianluca Torriero, sono saliti sulla Torre dei Templari con il vessillo sventolante. Il tempo di una foto per immortalare l’evento, poi come di consueto le Bandire blu saranno esposte agli ingressi dei lidi. Nello scatto di questo 2016, anno in cui si inizia ad intravvedere la ripresa dopo il dissesto, ci sono anche – oltre a Petrucci e Torriero – Giuseppe Bianchi, Luciano Magnanti, Stefano Recchia, Egidio Calisi, Corrado Capponi e il vice sindaco Eugenio Saputo. Per il resto l’augurio è quello di una stagione prospera e che le acque durino limpide per l’intera estate, senza quei fenomeni improvvisi che di opacità che restano avvolti nel mistero al Circeo come nelle altre località rivierasche con o senza vessillo blu.

bandiera blu circeo

LE VOSTRE OPINIONI

commenti