Fallimento o concordato per la Latina Ambiente, il giudice si riserva. In pagamento gli stipendi dei dipendenti

303

“Tra domani e dopodomani saranno pagati gli stipendi a tutti i dipendenti della Latina Ambiente”. Il giudice Francesco Cina del Tribunale di Latina si è riservato sulla proposta di concordato in continuità, avanzata dalla società che nel capoluogo pontino gestisce il servizio dei rifiuti urbani, in opposizione all’istanza di fallimento presentata dalla Procura della Repubblica, ma il liquidatore Bernardino Quattrociocchi si mostra fiducioso.

Bernardino Quattrociocchi
Bernardino Quattrociocchi

“La società è in grado, al momento, di andare avanti – afferma il liquidatore – poiché abbiamo crediti nei confronti dei cittadini che sono certi, abbiamo crediti nei confronti del Comune (al di là di quelli contestati) che ci sta pagando, non ultima la somma versata di 1.100.000 euro con la quale andiamo a pagare gli stipendi, abbiamo firmato un contratto fino a dicembre per la pulizia degli uffici giudiziari, abbiamo ottenuto la proroga del servizio per i rifiuti urbani”. Insomma, secondo Quattrociocchi non è detto che la società debba necessariamente fallire. Anzi.

I segnali positivi di ripresa sono contenuti nella proposta di concordato in continuità. Qualora il giudice dovesse dichiarare ammissibile la proceduta di concordato richiesta, la società dovrà presentare un piano dettagliato di risanamento entro e non oltre 60 giorni.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti