Circeo, rogo al Carrefour: 46enne di Sezze arrestato per tentato incendio e tentata estorsione

718

Michele M., 46enne di Sezze, è stato arrestato oggi dai carabinieri di San Felice Circeo per tentata estorsione e tentato incendio aggravato su ordinanza custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Mara Mattioli su richiesta del pubblico ministero Simona Gentile.
La misura cautelare è scattata al termine di un’articolata e complessa attività di indagine dei militari coordinati dal luogotenente Antonio Mancini, sotto la direzione dal capitano della Compagnia di Terracina Margherita Anzini, su un episodio avvenuto il 23 marzo 2016 a Borgo Montenero: qualcuno aveva tentato di dare fuoco al supermercato Carrefour di via Monte Circeo, cospargendo l’ingresso dell’esercizio commerciale di liquido infiammabile per poi darsi alla fuga. L’incendio per fortuna era stato subito domato da un passante. I carabinieri della stazione di San Felice Circeo, giunti sul posto subito dopo l’accaduto, avevano avviato immediatamente le indagini. Grazie al contributo delle immagini riprese dal circuito di videosorveglianza, nonché ad altri indizi trovati sul posto dai carabinieri e ai risultati di attività tecniche e riscontri sulle celle telefoniche, i militari del luogotenente Mancini sono riusciti a chiudere il cerchio attorno al sospettato. Michele M., secondo gli inquirenti, avrebbe tentato di “saldare” con il fuoco un debito maturato con il proprietario dell’immobile del supermercato per l’acquisto presso un’altra attività commerciale di alcuni articoli. Alla richiesta del denaro dovuto avrebbe risposto con il tentativo di incendio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti