Fondi, Chiara Stroia spicca il volo

666

Periodo particolarmente felice per la giovane cantane fondana Chiara Stroia. L’apprezzamento per le sue doti vocali e musicali continua a fare eco a livello nazionale. Nei giorni scorsi ha infatti ricevuto l’invito per partecipare a ben 2 manifestazioni di notevole importanza e prestigio nel mondo del jazz italiano. Nel corso della stagione estiva infatti Chiara Stroia è stata chiamata ad esibirsi nell’ambito dell’ Eddie Lang Jazz Festival e di Ancona Jazz. Notevole la soddisfazione della musicista che sta perfezionando i suoi studi su canto e voce jazz presso il conservatorio “L. Recife” di Frosinone.

Si tratta di due importanti appuntamenti che mi rendono molto orgogliosa –ha detto Chiara Stroia non appena saputo ufficialmente degli inviti ai due importanti festival – amo il jazz e farò di tutto per non deludere le persone che mi hanno scelto per cantare in questi concerti”.

Un periodo decisamente in crescita per la cantante fondana che appena un anno fa era salita alla ribalta nazionale vincendo un concorso in RAI nell’ambito di un talent canoro. Periodo che ora si arricchisce di un altro importante traguardo: la registrazione di un brano inedito, di stampo jazz, scritto da lei stessa e inciso alcuni giorni fa presso il prestigioso “Village Recording Studio”. Il brano si intitola “Fragile”  e racchiude sonorità jazz con contaminazioni bossa nova legate da una melodia apparentemente semplice ma orecchiabile, costruito su una base ritmica particolarmente originale.

Fragile nasce dal bisogno di mettere in musica un particolare momento della mia vita in cui sentivo in me un cambiamento interiore – ha detto Chiara Stroia parlando della sua prima esperienza come autrice musicale – sentimenti ed emozioni che, grazie anche all’apporto sapiente dei musicisti che hanno collaborato alla registrazione, spero riescano a fare breccia in chiunque ascolti questo brano

A proposito dei musicisti, la line-up è sicuramente di tutto rispetto: all’appello di Chiara ha risposto subito l’amico e concittadino Antonio Feula, stimatissimo musicista e chitarrista che ha curato anche l’arrangiamento di “Fragile”. Insieme a lui hanno suonato nel brano Eddy Cicchetti (contrabasso), e Massimo Di Cristofaro (batteria). Gianluca Siscaro ha invece curato la parte audio della registrazione, compresa di mastering e missaggio.

Ma non è finita qui: ci sono ancora altre novità interessanti all’orizzonte per Chiara Stroia, che però, per ora, preferisce non parlarne “un po’ per scaramanzia e un po’ per suspance”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti