Priverno, manutenzione del territorio e recupero del cimitero: due obiettivi di Mauro Petrole

675

Dopo la notte tra il 5 e 6 ottobre 2013, quando su Priverno si è abbattuto un vero e proprio nubifragio, è stato intrapreso un grande lavoro sui canali di scolo delle acque meteoriche di competenza comunale, provvedendo al rifacimento e alla messa in sicurezza di quelli più malandati. In prima linea per fronteggiare il problema c’era l’allora assessore Mauro Petrole.
Grazie anche alla grande collaborazione con gli altri enti, quali la Regione Lazio, la Provincia di Latina con l’allora assessore Fabio Martellucci, e il Consorzio di Bonifica, si era iniziato a contrastare il dissesto idrogeologico del territorio privernate, interventi che non venivano fatti da circa 20/25 anni. «Ripartire da quel punto sarà fondamentale per il nostro paese – dichiara Mauro Petrole, oggi candidato consigliere con Priverno ci Unisce a sostegno di Luisella Fanelli – dove ci dovrà essere una periodica manutenzione dei fossati, dei fiumi e di scoli delle acque per prevenire altri disagi uguali a quelli già avuti.
Continueremo a dedicarci anche alla manutenzione del nostro territorio, migliorando strade, marciapiedi e giardini pubblici, troppo spesso lasciati al degrado.
In questo periodo di magra per le casse comunali, avvieremo, come fatto nel passato, tutti i nostri canali istituzionali, attivando la nostra grande e vasta filiera di governo.
Avere vicino forze politiche pronte a fornire continue informazioni sulle opportunità di finanziamento, come nel caso dell’intervento fatto alle strade di via Montanino, via A. De Gasperi e via Mole Comuni, riasfaltate completamente con un finanziamento arrivato dalla Regione Lazio, è indispensabile per fare fronte a tali necessità, cosa altrimenti impensabile da realizzare con fondi comunali».
Altri interventi di riqualificazione del manto stradale sono stati fatti a via Taborre, Fosso Fabbo, via Limaccette, via Trav. Madonna delle Grazie e via Pozzaga.
Un altro argomento molto a cuore della coalizione guidata da Luisella Fanelli, sarà portare a termine la costruzione dei nuovi loculi cimiteriali, (deliberazione n. 220 del 29/07/2014), progetto iniziato la scorsa consiliatura, dove in prima linea c’era sempre Petrole, e già bandito dal commissario prefettizio per la prenotazione dei loculi.
Il problema della carenza di loculi nel cimitero comunale è stato finora “risolto” con ordinanza sindacale, occupando – anche per anni – i loculi privati, maggiormente delle confraternite perché titolari di cappelle gentilizie con più fornetti, creando un disagio sia ai familiari dei defunti e sia a proprietari delle cappelle.
Del resto il Comune in questi anni non ha costruito nuove tombe in numero sufficiente a coprire la triste domanda, anche a causa dell’arcinota carenza di fondi in bilancio comunale.
L’idea della coalizione e che con un’iniziativa di project financing si permetterà a un’impresa privata di edificare i loculi necessari per soddisfare la richiesta.
Il ricavato dalla concessione dei loculi sarà ripartito tra l’impresa costruttrice e il Comune, risolvendo così un’emergenza e trasformandola pure in una fonte di entrata nel bilancio comunale.
«Il vecchio cimitero comunale dovrà essere interessato da un progetto di restyling dell’aspetto visivo e di ristrutturazione – dichiara la candidata sindaco Luisella Fanelli – che dovrà tener conto della viabilità interna pedonale e del verde, allo scopo di predisporre e normare tutti gli interventi necessari, quindi per esempio le regole e le tecniche di recupero e di utilizzo per procedere a nuove concessioni, attraverso una razionalizzazione degli spazi e una revisione delle attuali postazioni, con verifica di quelle non più utilizzabili e poter garantire così, oltre alla disponibilità di ulteriori posti derivanti dall’ampliamento della parte nuova, anche una risposta alle tante richieste dei cittadini, che porteranno così a realizzare entrate aggiuntive da impiegare negli ulteriori interventi di manutenzione straordinaria e di ampliamento».

LE VOSTRE OPINIONI

commenti