Latina, altra quaterna secca: in via Fratelli Bandiera la ricevitoria che fa paura al Lotto

452

Chi gioca al lotto sa quanto siano importanti certi particolari. E quello più importante di tutti è la ricevitoria in cui giocare. Prendete per esempio quella di via Fratelli Bandiera, a Latina, dei fratelli Ricci. Lo scorso anno fece quasi saltare il banco con una quaterna secca da record, qualche giorno fa il bis, altra quaterna, stavolta sulla ruota “sbagliata”, ma pur sempre una bella vincita. Il centro di Latina si conferma quindi ancora una volta il posto giusto in cui andare a sfidare la sorte ed è innegabile che nel punto gioco di via Fratelli Bandiera ci sia una specie di “fluido magico” : 5-7-12-18 sono i numeri con cui è stata centrata un’altra quaterna secca. L’anno scorso la quaterna secca da oltre 600mila euro fu una delle vincite più alte del 2015, stavolta si è forse festeggiato un po’ di meno, per un “errore geografico” del fortunato vincitore, visto che i numeri sono usciti sulla ruota di Palermo, ma la schedina era stata giocata su Milano.

La ricevitoria di via Fratelli Bandiera a Latina
La ricevitoria di via Fratelli Bandiera a Latina

«Per fortuna chi l’ha compilata, si è cautelato giocando gli stessi numeri anche su tutte le ruote, così ha portato a casa oltre 56mila euro» spiega Alessandro Ricci, titolare della fortunata ricevitoria. E proprio la modalità di gioco così attenta lascia credere ad Alessandro che vincere il piccolo capitale sia stato un cliente abituale: «Di solito queste attenzioni caratterizzano un giocatore affezionato. Io ho un’idea su chi possa essere, ricordo che è venuto sabato mattina, ma sono indeciso tra due o tre persone che vengono sempre qui a giocare». E se a centrare la nuova vincita fosse stato lo stesso fortunello che ad agosto “sbancò” il Lotto con un’altra quaterna? «Sinceramente mi è venuto il sospetto che potesse essere proprio lui – confessa ancora Alessandro – ma in realtà spero che questi soldi possano andare a qualcun altro che magari ne ha più bisogno in questo momento».

LE VOSTRE OPINIONI

commenti