Enrico Tiero di Cuori Italiani: “Quel civismo di sinistra che non rappresenta il nuovo”

386

“A noi interessa parlare di programmi, interessa evidenziare cosa faremo una volta eletti e soprattutto vogliamo evidenziare alcuni aspetti che contraddistinguono le liste del candidato a sindaco Coletta”. E’ un fiume in piena Enrico Tiero di Cuori Italiani che stamattina a mezzogiorno ha convocato una conferenza stampa, per tirare la volata a Nicola Calandrini nel suo quartier generale di via Don Morosini. Attorno a lui una parte degli eletti in caso di vittoria di Calandrini e soprattutto i tanti giovani candidati nella lista civica di centro destra. “Non sono io a dire che Coletta è la chiara espressione di quel civismo di sinistra – ha detto Tiero – ma i suoi tanti candidati che già nel passato hanno concorso nei DS, nel PD e in rifondazione comunista. Non possono rinnegare quel passato, noi da dove veniamo lo diciamo e ne siamo fieri e siamo pronti a governare questa città. Siamo tornati ad essere liberi con la scelta di un cambiamento del centro destra e ci siamo liberati delle logiche imposte da fuori. Ci siamo autoderminati ed abbiamo portato a segno la vittoria del primo turno”. Spunti anche dalle uscite di Forza Italia e PD delle ultime ore, con le indicazioni di traghettare il voto su Coletta. “Noi chiediamo il voto a tutti i moderati – ha spiegato ancora Enrico Tiero –  perché pensiamo di aver rinnovato con l’esperienza di giovani e professionisti le nostre liste. A loro va il nostro appello, perché gli appelli dei vertici dei partiti usciti sconfitti e che oggi appoggiano un candidato che non è più civico come vuole far credere, ci lascia indifferenti, anzi ci dà quella convinzione di rinnovamento di cui parliamo da giorni e che ha dato modo alla nostra coalizione guidata da Nicola Calandrini di arrivare prima al primo turno”. Poi via via i temi più cari. La questione del cimitero, le servitù, la cultura, lo sport. “Noi abbiamo un programma chiaro che tiene conto delle disponibilità economiche dell’ente – ha detto Tiero – I nostri primi cento giorni saranno dedicati pienamente agli interventi sulla manutenzione delle strade, delle scuole, alla pulizia della città e alla sicurezza del territorio. Poi i temi più dibattuti, riportare in centro e nella sede storica il mercato annonario, oltre alla ZTL del centro storico che andrà istituita solo durante i fine settimana, oltre ad allargare a tutta la circonvallazione la promozione delle strutture commerciali presenti. “Noi abbiamo idee chiare sulla marina – ha detto ancora Tiero – il senso unico creato andrà invertito nel senso ed andranno incentivate le strutture presenti. Anche la tassa sul morto andrà eliminata e per questo c’era già la proposta transattiva per eliminarla definitivamente. Siamo pronti per venire incontro alle esigenze dei territori, siamo contrati alle servitù quali Al Karama, il deposito delle scorie nucleari, la discarica. Abbiamo rappresentanti in quei territori con la nostra elezione, mentre altri hanno concentrato la loro azione politica solo al centro città e con un programma che parla solo di tempo libero”.

AAA_3342

LE VOSTRE OPINIONI

commenti