Sezze, si levano i veli sul Museo Archeologico

380

Dopo il lungo iter burocratico, finalmente, sabato 18 giugno sarà inaugurato il Museo Archeologico di Sezze.
Con decreto, rep. 408 del 16.11.2015, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha autorizzato, infatti, il deposito temporaneo di n. 1432 reperti archeologici di proprietà statale presso il Museo Civico di Sezze, a seguito della nota della Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria Meridionale, con cui è stata definita l’istruttoria ed espresso parere favorevole al deposito dei reperti stessi.
Il Museo, prima Antiquarium Comunale, sorge all’interno di un edificio medioevale, un tempo usato come carcere mandamentale e come pretura.
Nel 1968 l’Amministrazione Comunale affidò al Prof. Luigi Zaccheo l’incarico di organizzare un museo storico archeologico.
Grazie all’assidua collaborazione fra i cittadini di Sezze, l’Amministrazione e la Soprintendenza alle Antichità del Lazio, l’Antiquarium Comunale divenne una delle migliori realtà museali del Lazio, sia per la sistemazione delle sale che per l’attività culturale.
Nel Museo è dedicata una sezione allo studio della preistoria della Pianura Pontina e della zona di Sezze in particolare.
Oltre ai reperti archeologici del periodo romano, di grande interesse artistico è certamente un pavimento musivo del I sec. a.c., appartenente alla Curia di Sezze, di forma rettangolare e policromo.
Molti sono altresì i reperti, le pergamene e gli atti comunali del periodo medioevale.
L’Antiquarium si è arricchito nel tempo anche di opere pittoriche di artisti locali o che hanno operato sul posto nei secoli Seicento, Settecento e Ottocento.
Nel 1972 ci fu il passaggio alla Regione Lazio dei Musei locali e ciò ha reso possibile un salto di qualità alle attività culturali organizzate dall’Antiquarium.
Ogni anno il Museo Archeologico è visitato da circa 5.000 persone ed i giorni di maggiore affluenza sono proprio quelli in cui l’Amministrazione Comunale organizza manifestazioni speciali come: la Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo, la Sagra del Carciofo, l’Estate Setina, il Natale ed il Carnevale Setino.
Presso il Museo Archeologico, inoltre, si svolgono, su richiesta delle istituzioni scolastiche, visite guidate e lezioni in collaborazione con il Museo Etnografico del Giocattolo e la Ludoteca Comunale “Orso Rosso”.
Per la promozione culturale, presso le sale del Museo si organizzano anche conferenze specialistiche nonché incontri con gli autori, mostre di arte contemporanea, di arte sacra e convegni di diverse tematiche.
Alla cerimonia inaugurale, prevista per le ore 11.30, prenderanno parte: il Sindaco Andrea Campoli, il Sottosegretario per le Riforme Costituzionali e Rapporti con il Parlamento, On. Maria Teresa Amici; il Senatore Claudio Moscardelli; il Presidente della Provincia di Latina, Eleonora Della Penna; il Presidente della Commissione Consiliare Cultura, Ernesto Di Pastina, il Presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti; per la Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale, la Dott.ssa Alfonsina Russo e la Dott.ssa Nicoletta Cassieri; il Prof. Luigi Zaccheo, Storico locale e fondatore dell’Antiquarium Comunale; la Dott.ssa Elisabeth Bruckner, Direttore Scientifico del Museo Archeologico di Sezze; il Dirigente area 2 “Cultura e Sviluppo del Territorio”, Dott. Piero Formicuccia, e gli operatori del “Servizio Cultura” che si sono contraddistinti nella realizzazione di questo evento.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti