Sezze, contro l’emergenza idrica, il sindaco Campoli impone ad Acqualatina il ripristino di Fonte la Penna

281

Con ordinanza n. 40 del 26 giugno 2016 il Sindaco Andrea Campoli ha intimato alla Società Acqualatina, al fine della salvaguardia della pubblica salute, di provvedere nell’immediatezza ad eliminare l’inconveniente relativo alla fornitura d’acqua, ripristinando la piena funzionalità dell’impianto di “Fonte La Penna”, con mezzi e strumenti che riterrà necessari ed utili, anche in via provvisoria e/o sostitutiva, il tutto secondo quanto previsto nella convenzione.
Fino ad oggi, per un infortunio mortale di un dipendente della Società Acqualatina S.P.A. avvenuto presso l’impianto di Fonte La Penna, si è registrato il fuori esercizio dell’intero impianto di approvvigionamento idrico, a seguito del sequestro emesso dall’autorità giudiziaria.
La concessionaria del Servizio Idrico, a causa del sequestro, non ha provveduto ad assumere a proprio carico iniziative atte al completo ripristino della funzionalità del medesimo e quindi alla riattivazione del regolare flusso idrico, in particolare nelle zone servite dall’impianto sequestrato.
Si registra, inoltre, per l’innalzamento delle temperature estive, una carenza idrica particolarmente diffusa, in quanto i soli impianti in servizio non riescono a garantire la richiesta idrica dell’intero territorio comunale.
Da più di quattro giorni, le zone alte di Suso sono prive di ogni adeguata fornitura idrica, con notevole disagio per la popolazione residente, oltre che per le numerose comunità alloggio per anziani che insistono nelle zone limitrofe.
Da contatti avuti con le forze dell’ordine, sono state riferite, altresì, problematiche inerenti l’ordine pubblico.
Per tali motivi, conclude l’ordinanza, si rende necessario ed urgente provvedere, nel più breve tempo possibile, ad eliminare l’inconveniente relativo alla mancata fornitura idrica per le numerose famiglie, venutasi a creare, con il fuori servizio dell’impianto di “Fonte La Penna”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti