Formia, peculato con le tasse automobilistiche: denunciato responsabile Aci, sequestrati beni per oltre 100mila euro

406

Ammonta a 179.493 euro la cifra che un 56enne di Formia, L.Z. le sue iniziali, si sarebbe indebitamente appropriato gestendo una delegazione Aci del territorio. E’ stato deferito alla Procura della Repubblica di Cassino per il reato di peculato.

L’uomo è finito nel mirino dei carabinieri della stazione di Formia a seguito di numerose segnalazioni di onesti contribuenti che affidavano a lui i soldi delle tasse automobilistiche, salvo poi scoprire che lo stesso non provvedeva a riversarle alla Regione Lazio.

I militari dell’Arma, unitamente a personale della Guardia di Finanza, hanno così ricostruito l’intera e complessa vicenda nel giro di poche settimane, accertando che nell’anno 2014, l’uomo si era impossessato della considerevole somma di 179.493 euro. A seguito delle indagini svolte, il Tribunale di Cassino ha emesso nei confronti dell’uomo, un’ordinanza di divieto di dimora nel comune di Formia, disponendo un ingente sequestro preventivo di beni e/o somme di denaro (oltre 100.000 euro) riconducibili all’attività delittuosa posta in essere dall’indagato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti