Latina, vietato calpestare la duna. Posizionati i totem del progetto di salvaguardia ambientale

609

Da oggi, i bagnanti che frequenteranno il tratto di spiaggia e duna tra Capo Portiere e Rio Martino troveranno una semplice e importante novità per la tutela della duna.

Una serie di pali posti a distanza di circa 100 metri l’uno dall’altro, infissi sulla spiaggia e con affisso un cartello che invita a non calpestare la duna e a usare le passerelle e i passaggi autorizzati.

In pratica, questi pali individuano la linea di confine tra la spiaggia e il cosiddetto zoccolo della duna, una fascia di circa sei metri di profondità, dove dovrebbero esserci dei piccoli accumuli di sabbia (dune embrionali) tenuti insieme da piante pioniere, fiori e cespugli.

Questa fascia, oggi scomparsa per varie cause, non ultima la sua pulizia con ruspe, è fondamentale per la sopravvivenza della duna più alta.

La mancanza di tale protezione sta determinando un’inarrestabile erosione di tutto il sistema costiero. Basta fare una passeggiata nel tratto di duna tra Rio Martino e la Bufalara, la cosiddetta Strada Interrotta, per capire quale sia il pericolo futuro per tutta la costa di Latina e Sabaudia, se non si prendono efficaci provvedimenti. Uno di questi è, appunto, evitare che si vada con le ruspe e con i mezzi pesanti in tale zona.

La collaborazione tra il Settore Ambiente del Comune di Latina, l’Ente Parco Nazionale del Circeo, il Corpo Forestale dello Stato e l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) ha permesso la realizzazione di tale intervento e permetterà la prosecuzione di un efficace programma di tutela, coinvolgendo anche le scuole e i cittadini tutti.

È già in corso con la Rete delle Scuole per la diffusione delle Buone Pratiche per l’Educazione Ambientale (Rete BPEA), a cui partecipa l’Ente Parco, un progetto di adozione da parte delle classi di tratti di duna su cui effettuare studi, monitoraggi, gestione, educazione e sensibilizzazione ambientale. Intanto, già durante la messa in posa dei pali, alcune studentesse del progetto di Alternanza Scuola Lavoro dell’istituto Manzoni di Latina hanno distribuito ai bagnanti e agli operatori turistici, del materiale informativo e fornito spiegazioni sull’intervento di tutela in atto.

IMG_20160623_103831

LE VOSTRE OPINIONI

commenti