Sabaudia Sunset Jazz Festival 2016, il programma della terza edizione

1987

Mancano pochi giorni all’inizio dell’attesissima terza edizione del Sabaudia Sunset Jazz Festival 2016. Un cartellone fantastico con musicisti d’eccezione provenienti da tutta Italia. Ben dodici saranno i concerti al tramonto (inizio ore 19) presso i quattro stabilimenti balneari partners sul lungomare di Sabaudia : Saporetti, Le Streghe, Lilandà e La Spiaggia. I concerti sono gratuiti, ma è gradita la consumazione nei bar degli stabilimenti per garantire il futuro del festival, che non richiede un biglietto di ingresso e non si avvale di contributi pubblici, ma solo del finanziamento degli stabilimenti e degli sponsors.

Ecco di seguito il programma delle serate della terza edizione:

Venerdì 8 luglio, ore 19.00, LA SPIAGGIA – Maria Pia De Vito TRIO. Il concerto di apertura del festival vede protagonista la bravissima Maria Pia De Vito, stella affermata del jazz Italiano. Una serata dedicata al Brasile Di Hermeto Pascoal, Di Chico Buarque, di Guinga, di Jobim, all’insegna dell’improvvisazione, del ritmo, del gioco e della poesia. La accompagnano in questo concerto Roberto Taufic, compositore e chitarrista di grandissimo spessore che ha collaborato con i pù grandi nomi del Brasile e del Jazz Italiano e Roberto Rossi, musicista di grande esperienza e innumerevoli collaborazioni, un poeta delle percussioni e della voce. Maria Pia De Vito è da anni impegnata in un lavoro di ricerca sul Brasile. Il grande compositore Guinga l’ha invitata a suonare con sé in Brasile molte volte ed a partecipare al suo recente disco Porto Da Madama, insieme ad artiste del calibro di Esperanza Spalding, Monica Salmaso, Maria Joao.

Sabato 9 luglio, ore 19.00, LILANDA’ – ETTORE FIORAVANTI QUARTET. Ettore Fioravanti, batterista e compositore, docente al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma è tra i più affermati musicisti del panorama jazz italiano. Al Sabaudia Sunset Jazz Festival  2016 sarà insieme al sassofonista Marcello Allulli, il chitarrista Francesco Poeti e il contrabbassista Matteo Bortone. Nel concerto verrano eseguiti molti dei brani dell’album “Traditori” del 2014. Composizioni originali firmate dai componenti del quartetto e “cover” di Lou Reed, Beatles, Thelenious Monk. Elemento unificante è il trattamento ritmico e il canto melodico che fa da collante sia nell’album che durante i live. Il “tradimento” consiste nel partire da una “musica” e poi travisare l’originale in una ricerca vitale, una spirale infinita.

Mercoledì 13 luglio, ore 19.00, LILANDA’ – ALESSANDRO DI COSIMO “Sinatra’s Mood”. Alessandro di Cosimo è il beniamino del pubblico del Circeo e Sabaudia giacché vive al Circeo. Si è fatto conoscere negli anni in tutta Italia per le sue doti vocali incredibili che lo hanno portato negli anni in giro (ed in tv) con la Demo Morselli Big Band, La Gerardo Di Lella Big Band e tante altre formazioni. Alessandro impersonifica il “crooner” nella sua essenza vitale. Carisma e simpatia in questo progetto “Sinatra’s Mood” che vuole essere un omaggio ad uno dei piu’ grandi interpreti del 900, Frank Sinatra ”The Voice”. Questa sera sarà insieme a cinque bravissimi musicisti con cui ha sviluppato questo progetto. Gli arrangiamenti, adattati per sestetto da Paolo Lurich, riproducono fedelmente le incisioni originali, portando l’ascoltatore in un viaggio affascinante attraverso i grandi successi di Frank Sinatra.

Giovedì 14 luglio, ore 19.00, LE STREGHENO STOP JAZZ QUINTET. Una formazione atipica dalle sonorità inaspettate, dove la voce originale del vibrafono di Marco Malagola si fonde con quella del sax di Marco Onorato per rivisitare brani nati dalla creatività geniale di grandi jazzisti come Wayne Shorter, Herbie Hancock, Pat Metheny. Il quintetto è una formazione composta da alcuni dei migliori e più conosciuti musicisti della provincia di Latina attivissimi sia nell’insegnamento che nei concerti. Il fraseggio brillante del vivace pianista romano Gabriele Manzi (co-direttore artistico del festival) supportato dalla ritmica di Giorgio Coronati (sound engeneer del Sunset Jazz Festival) e dal basso di Fabrizio Siraco, assicurano un concerto pieno di energia.

Venerdì 15 luglio, ore 19.00, SAPORETTI – PIERLUCA BUONFRATE “Italoamericana”. Pierluca Buonfrate è uno dei più conosciuti cantanti di swing della scena romana e ogni settimana fa ballare al ritmo di swing centinaia di ballerini appassionati, oltre ad insegnare nella prestigiosa scuola di musica Saint Louis di Roma. La band con cui Pierluca partecipa al Sunset Jazz Festival 2016 propone una rivisitazione ed un omaggio ai grandi interpreti di origine italiana protagonisti della scena musicale americana degli anni 40 e 50. Louis Prima, Dean Martin, Perry Como e naturalmente Frank Sinatra. Lo swing ed il jive sono il filo conduttore del repertorio di questi classici, insieme ad alcuni omaggi agli “swingers” nostrani: Natalino Otto e Fred Buscaglione.

Sabato 16 luglio, ore 19.00, LA SPIAGGIA – LAURA TAGLIALATELA QUARTET. Laura Taglialatela, classe 1988, bravissima e giovanissima cantante e compositrice partenopea, già molto apprezzata per la naturalezza e leleganza con cui reinterpreta i brani senza tempo dei più grandi compositori del jazz, da Cole Porter a Wayne Shorter, passando per Vinicius De Moraes. Per il festival Laura è affiancata da un quartetto di tutto rispetto con Domenico Sanna al pianoforte e alcuni tra i più promettenti giovani musicisti jazz italiani. Un concerto-viaggio in cui passato, presente e futuro si fondono attraverso l’esigenza primaria di sperimentazione e improvvisazione

 Domenica 17 luglio, ore 19.00, LE STREGHEFRANCESCA DE FAZI & GYPSY BLUES BAND . Francesca Kikka de Fazi è la blueswoman italiana più conosciuta ed ha suonato in tutti i palchi possibili immaginabili di tutta Italia. Chitarra, ukulele, dobro ed una voce graffiante gli ingredienti che la De Fazi mette sul palco con coinvolgente simpatia e bravura. La Gypsy Blues Band nasce nel 2013, per promuovere lalbum “Roman Blues Woman”, registrato da Francesca proprio a New Orleans, culla del blues. La formazione si evolve poi nella tipica “street band” della Louisiana, ricreando un sound caratteristico con atmosfere “delta blues” fuse con le armonie della sezione fiati. Una miscela di ritmiche tra blues tradizionale, funky tribale e rhytm’n’blues, tra euforia carnevalesca e blues di spessore.

Mercoledì 20 luglio, ore 19.00, LA SPIAGGIA – A BASSA VOCE QUARTET. La voce suadente e bellissima di Claudia Valtinoni si intreccia con le armonie del basso a 6 corde di Toni Moretti. Un connubio insolito ed originale supportato da Fabrizio Gaudino alla tromba e flicorno e Gianni Bertoncini alla batteria. Il quartetto proviene dal veneto ed è un piacere averli al Sabaudia Sunset Jazz Festival 2016. Il quartetto rielabora in chiave acustica alcuni dei brani più belli degli ultimi decenni con un repertorio che spazia dal jazz ai classici della musica per film o musical. Ben due i Cd già pubblicati “A bassa voce” nel 2011 e “Una cometa” nel 2013.

 Giovedì 21 luglio, ore 19.00, SAPORETTI – FABIO ZEPPETELLA QUARTET. Fabio Zeppetella è ormai all’unanimità tra i migliori chitarristi jazz Italiani. Originario di Terracina vanta collaborazioni con tutti i più affermati jazzisti italiani. Nei giorni prima del Sabaudia Sunset Jazz Festival suonerà ad Umbria Jazz per poi venire sulla nostra spiaggia per incantarci con il suo suono originale. Passando dalla tradizione e dalla musica di maestri come Charlie Cristian e Wes Montgomery allevocazione del be-bop e dellhard-bop degli anni sessanta, nel suo fraseggio si scoprono gli aspetti dominanti di un linguaggio mai scontato, a volte virtuoso a volte dolce ma sempre essenziale. Zeppetella suonerà brani tratti dal suo ultimo cd “handmade” insieme con un super quartetto composto da Francesco Puglisi, Roberto Tarenzi, Fabrizio Sferra, nomi tra i più prestigiosi del jazz italiano.

Venerdi 22 luglio, ore 19.00, LE STREGHEJOY GARRISON QUARTET. Americana di New York Joy è da molti anni in Italia ed è uno dei talenti di spicco del jazz Italiano ed europeo. Con vari album e cd al suo attivo svolge la sua attivitàcon concerti e seminari in tutta Europa e con numerose partecipazioni a trasmissioni televisive e radiofoniche. La versatilità interpretativa di Joy diventa molto suggestiva durante i concerti, grazie alle sue particolari doti di coinvolgimento  del pubblico. Dotata di una vocalità intensa e struggente da un lato, morbida e pastosa dall’altro, impregnata di blues. La sua incredibile verve ritmico-melodica e la eccezionale padronanza dello “strumento” voce le permettono di spaziare in tutti i repertori, sempre in grande sintonia con il groove del magnifico gruppo che la accompagna.

Sabato 23 luglio, ore 19.00, LILANDA’ – BOSSANOVA DO MAR & ELEONORA BIANCHINI. Il quintetto “Bossanova do Mar” questa sera insieme alla bravissima musicista umbra Eleonora Bianchini. Eleonora, diplomata alla prestigiosa Berkley School di Boston, ha vissuto per circa dieci anni in Usa e Sud America suonando e cantando in tantissimi teatri ed auditorium, dividendo il palco addirittura con la leggendaria Rosa Passos. Il quintetto Bossanova do Mar nasce nel 2013 con la produzione del cd “Bossanova” a cura di Giulio Verdecchia. Questa sera dunque Giulio ed Eleonora insieme a bravissimi musicisti vi porteranno per mano e con dolcezza a rivivere le raffinate atmosfere della bossanova classica. Il riferimento è lo storico album di Joao Gilberto e Stan Getz, e tutta la musica di Antonio Carlos Jobim e Vinicius De Moraes, Toquinho, Caetano Veloso, Joao Bosco, Marcos Valle. Una serata da non perdere.

 Domenica 24 luglio, ore 19.00, SAPORETTI – QUARTETTOMEI & LAURA PERILLI. Questa sera il quartetto di Alessandro Tomei insieme alla bravissima cantante marchigiana Laura Perilli, alterneranno brani musicali originali del quartetto a brani vocali eseguiti da Laura. Due concerti in uno, con atmosfere hard bop, soul jazz ed elettriche contenute nell’ultimo cd di Tomei “Playground”, ma anche standard classici e bossanova cantati dalla Perilli. Tomei è uno dei sassofonisti di maggior spicco della scena jazzistica, con un curriculum musicale incredibile: collaborazioni con i migliori jazzisti ma anche musicisti pop italiani, concerti e festival, programmi televisivi, una esplosione di musica insomma. Insieme al fraseggio chitarristico di Alex Fraternali la serata di chiusura del festival sarà ricca di suoni e colori diversi, per festeggiare la conclusione della terza edizione del Sabaudia Sunset Jazz Festival 2016.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti