Latina, il consigliere di FI Miele: “All’opposizione saremo collaborativi ma vigileremo sulla trasparenza”

409
Giovanna Miele

E’ pronta ad affrontare quello che definisce “un ruolo importantissimo oggi più che mai per la città di Latina e i suoi abitanti”, la consigliera di Forza Italia che ha ottenuto più consensi in assoluto, Giovanna Miele, libera professionista con una formazione psicopedagogista ed un master in criminologia interventistica che il prossimo 7 luglio prenderà posto, tra gli esponenti dell’opposizione, nella prima seduta del Consiglio Comunale guidato dal Sindaco Damiano Coletta. Tra le questioni più importanti che vorrebbe poter affrontare a favore della sua città ci sono: marina, turismo, sanità, povertà e disoccupazione, decoro urbano, acqua pubblica e rifiuti. “Il nostro sarà un atteggiamento volto a garantire il rispetto della trasparenza e della legalità degli atti che saranno firmati dall’amministrazione comunale – spiega la Miele – verso la quale esprimo, anche a nome di Giorgio Ialongo con il quale ho condiviso il progetto politico, piena fiducia sostenuta anche dal forte vento di cambiamento che ha travolto questa realtà cittadina alla quale tutti dobbiamo dare risposte concrete in grado di restituire fiducia nei confronti della politica”.

Un’opposizione in grado di proporre e costruire

“Quello che serve oggi alla città di Latina, spiega ancora la consigliera Miele, è restituire alla politica la propria identità, facendo capire, prima di tutto ai giovani, che fare politica non significa, anche e soprattutto non avendo vinto le elezioni, avere un atteggiamento passivo bensì propositivo e volto a costruire insieme alla maggioranza qualcosa di buono e di nuovo per tutti”.

Un’attenzione speciale alle famiglie e al sociale

“La mia formazione professionale mi porta a guardare con particolare sensibilità ai problemi sociali e alle difficoltà, economiche e non solo, che oggi più che mai riguardano sempre più famiglie pontine – aggiunge la Miele – per questo vorrei occuparmi subito di interventi mirati a sostenere non solo i minori ma anche i genitori, in quanto cittadini, insieme a tutto ciò che ruota intorno al terzo settore”.

La scuola e la famiglia al centro della società

“La mia formazione professionale e l’esperienza personale in campo psicopedagogico mi spinge a considerare sempre in primo piano il ruolo della scuola e della famiglia nella società – conclude la Miele – quello che vorrei fosse il punto di partenza di questa avventura in Comune per il partito che rappresento Forza Italia ma anche per tutti gli altri a prescindere dalle ideologie politiche, è la condivisione di un progetto comune in grado di far arrivare a tutti il messaggio chiaro e definitivo che la politica è un impegno sociale che coinvolge ogni cittadino, affinché finisca l’era dell’antipolitica e vengano ripristinati i principi veri che sono alla base di una attività politica basata su collaborazione, legalità e trasparenza, che come dimostrato in campagna elettorale sono vincenti”.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti