Un coach dal Venezuela: il timone della Top Volley a Vincenzo Nacci

205

L’annuncio era nell’aria da tempo, ora è arrivata anche l’ufficialità: il nuovo allenatore della Top Volley sarà Vincenzo Nacci, attualmente impegnato con la nazionale venezuelana. Pugliese, classe 1965, Nacci ha firmato un contratto di un anno e sarà praticamente libero da impegni in Sud America, visto che il Venezuela non si è qualificato per le Olimpiadi di Rio.

 

DICHIARAZIONI DA CARACAS

Proprio da Caracas il tecnico ha voluto rilasciare le sue prime dichiarazioni: “Voglio ringraziare la società di Latina per la grande opportunità che mi sta dando e per la grande fiducia che sta riponendo in me: mi stanno rendendo partecipe di un progetto importante, voglio ringraziare la dirigenza e il direttore sportivo Candido Grande, con cui mi sto sentendo spessissimo e che mi ha voluto fortemente a Latina. Nonostante la distanza che ci separa, in queste settimane abbiamo lavorato molto per progettare la squadra e la società sta facendo molto per allestire un roster di buon livello. Che tipo di allenatore sono? Ho fatto moltissima gavetta, ho iniziato ad allenare dai settori giovanili, dalle categorie inferiori, fino ad arrivare alla serie A, prima come secondo e poi come primo. Negli ultimi tre anni l’esperienza come commissario tecnico della Nazionale del Venezuela mi ha aiutato tanto al punto di poter avere l’onore di ricevere un incarico di una squadra così importante come Latina”.

 

OBIETTIVI? ANCORA PRESTO PER PARLARNE

Nacci ha fatto intendere di gradire molto “l’idea del lavoro e del gruppo”, soprattutto in questa fase di costruzione del nuovo organico: “Stiamo privilegiando sia gli aspetti tecnici sia quelli umani perché stiamo valutando giocatori che abbiano il piacere di sacrificarsi perché proprio questo è uno dei fattori importanti su cui si può costruire un buon gruppo; mi sento quotidianamente con Candido e la squadra che stiamo tirando su ha i requisiti che si sposano con la mia filosofia. Certo non è mai semplicissimo lavorare quando bisogna sempre stare attenti a tante dinamiche, ma a me piacciono le sfide e gli stimoli, per questo mi sento di poter dire che stiamo facendo un buon lavoro. Obiettivi? In questo momento è ancora presto per definire gli obiettivi anche perché la società sta completando la rosa. Nei prossimi giorni avremo le idee più chiare, ma siamo certi che avremo comunque obiettivi importanti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti