Sermoneta vola a New York grazie al “Miracolo italiano”

200

Dopo aver partecipato ai festival di mezzo mondo, da Cannes a Los Angeles passando per il Canada, Las Vegas e tutta Europa, il cortometraggio “Italian Miracle” del regista pontino Francesco Gabriele è stato selezionato alla 21esima edizione dello Stony Brook Film Festival che si terrà a New York dal 21 al 30 Luglio. Il festival è considerato uno degli appuntamenti più importanti per registi, film makers, sales agents e distributori provenienti da tutto il mondo interessati a prendere parte in uno dei festival più grandi e popolari della nazione. L’ennesimo palcoscenico internazionale non solo per il giovane regista di Latina, ma anche per il borgo medievale di Sermoneta, la cui amministrazione ha creduto nel progetto e dato tutto il suo sostegno.

La trama è divertente e coinvolgente. Al giovane Antonio il parroco del paese chiede di tradurre la confessione di una donna di lingua inglese. In disaccordo con i consigli del sacerdote, Antonio dovrà prendere una decisione che potrebbe cambiare il corso della vita di lei e, forse, anche di se stesso. Tra gli altri interpreti: Jennifer Elmore, Pietro Marchesani, Anna Maria Teresa Ricci.

Francesco Gabriele, che ha all’attivo anni di studio di recitazione a Los Angeles (dove ha partecipato ad una puntata di CSI) e la prestigiosa scuola di regia London Film School, ha terminato da poco le riprese del suo primo lungometraggio in California. «Ancor più entusiasmante è la consapevolezza che, con questo festival, Italian Miracle ha superato la selezione in più di 20 festival in tutto il mondo – spiega il Sindaco Claudio Damiano –. A Sermoneta tornerà il cast di UMA ad agosto per le ultime scene del film girato a giugno, su youtube sta spopolando il corto che vede Sermoneta protagonista con Jude Law e Giancarlo Giannini e sono in arrivo anche altre importanti novità che confermeranno Sermoneta come “Città del Cinema”».

LE VOSTRE OPINIONI

commenti