Latina, nudismo e atti osceni tra Rio Martino e la Bufalara: denunciato un 45enne di Aprilia

1110
Le dune di Sabaudia

Da giorni si susseguono segnalazioni alle forze dell’ordine ed in particolare alla Forestale da parte di donne infastidite dalla presenza di uomini nudi nel tratto di litorale che va da Rio Martino e la Bufalara, tra Latina e Sabaudia.

La strada è interrotta e nel corso degli anni la spiaggia, al riparo dagli sguardi indiscreti, si è trasformata illegalmente in un campo di nudisti molti dei quali, come sta emergendo in quest’estate 2016, non si limitano a prendere la tintarella integrale. La maggior parte sono uomini che manifestano impulsi sessuali irrefrenabili al passaggio, nel tardo pomeriggio o di prima mattina, di ragazze che vanno a fare jogging sulla battigia, di donne e famiglie che scelgono di fare una passeggiata lungo la strada sterrata tra le dune del patrimonio naturalistico del Parco del Circeo o ancora di scendere in spiaggia inconsapevoli della presenza imbarazzante di uno stuolo di sporcaccioni.

Troppe le segnalazioni giunte alla stazione forestale di Fogliano, diretta dall’ispettore superiore Roberto Petrini, per non prendere provvedimenti. E’ stato organizzato un servizio di pattugliamento che consente agli agenti di monitorare la zona e di intervenire non appena si notano comportamenti scorretti. La prima sanzione è scattata nel tardo pomeriggio di ieri. Sdraiato su un telo un uomo che già aveva puntato la sua preda. I forestali non hanno esitato ad avvicinarsi. Ma alla richiesta di documenti e di spiegare la circostanza per la quale si trovasse lì, l’uomo ha reagito in malo modo. La questione si è conclusa presso i locali della stazione con l’identificazione dello stesso e il suo deferimento a piede libero alla Procura della Repubblica per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e atti osceni in luogo pubblico. L’uomo è stato sanzionato anche per la somma di 100 euro per la pratica di nudismo in area non autorizzata.

I controlli saranno ripetuti anche nei prossimi giorni.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti