Latina, Forza Italia chiede la destagionalizzazione per gli stabilimenti balneari. L’interrogazione

300

Giorgio Ialongo, Giovanna Miele e Alessandro Calvi hanno sottoscritto e protocollato questa mattina un’interrogazione indirizzata al sindaco Damiano Coletta e al presidente del Consiglio Comunale Olivier Tassi, chiedendo spiegazioni circa la destagionalizzazione degli stabilimenti balneari.

“La legge regionale numero 8 del 26 giugno 2015 – scrivono i consiglieri di opposizione – permette agli stabilimenti balneari di mantenere le strutture esistenti anche al termine della stagione estiva, previa autorizzazione del Comune. Il Comune di Latina invece non ha recepito questa norma e ha agito contro le strutture che non sono state smontate oltre il 31 ottobre. Prima la revoca delle licenze, poi il sequestro da parte dell’autorità giudiziaria e l’ordine di demolizione, infine il dissequestro e la revoca in autotutela dell’ordinanza di demolizione. Ora gli stabilimenti sono salvi e hanno ottenuto dal Tar Lazio – sezione di Latina – la sospensione dei provvedimenti di decadenza delle concessioni demaniali marittime. Molti di loro hanno potuto aprire per la stagione estiva”.

I due esponenti di Forza Italia Ialongo e Miele precisano di aver assunto queste informazioni tecniche tramite lo studio legale dell’avvocato Stefano Mancini che ha seguito le vicende giudiziarie di alcuni operatori balneari.

“Questo balletto di eventi ha rischiato di danneggiare seriamente gli operatori del lido. La Marina di Latina potrebbe essere un volano per l’economia del territorio, per questo riteniamo necessario impegnarci per evitare che si possa ripetere quanto successo quest’anno – dichiarano Ialongo e Miele – Chiediamo dunque che l’amministrazione comunale disciplini in modo rigoroso la destagionalizzazione dei lidi. Deve essere un provvedimento da realizzare al più presto, per non lasciare i titolari delle concessioni nella stessa incertezza normativa già vissuta. Per quel che ci riguarda – concludono Ialongo e Miele – noi vorremmo dare a queste strutture l’opportunità di lavorare per tutto l’anno e non solo in estate. Sarebbe una grande occasione per la nostra città e per il lido di essere vivo e attrattivo sempre e non solo nei mesi estivi”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti