Contrasto alla povertà, approvato l’emendamento del senatore pontino Moscardelli

286
Claudio Moscardelli

In sede di approvazione della Legge di Stabilità, il senatore di Latina Claudio Moscardelli ha presentato un emendamento al Senato per l’istituzione del reddito di inclusione sociale per integrare il reddito di coloro che sono sotto la soglia di povertà. I relatori di maggioranza hanno fatto proprio il suo emendamento e lo hanno approvato.

“Il reddito di inclusione sociale – spiega l’esponente del Partito democratico – è stato scelto come strumento per utilizzare le risorse di contrasto alla povertà da normare con apposita legge. La Camera ha approvato il disegno di legge delega che disciplinerà l’intervento dello Stato per contrastare la povertà offrendo non solo il sostegno economico ma anche opportunità formative per dare una nuova possibilità di vita autonoma, fuori dall’indigenza e dalla povertà. Occorre aumentare le risorse e migliorare il testo della Camera che presto approderà in Senato”.

Moscardelli cita gli ultimi dati pubblicati dall’Istat sulla povertà in Italia: “Sono in condizioni di povertà assoluta 4,6 milioni di persone pari al 7,6% della popolazione residente. Nel 2007, prima della crisi, erano 1,8 milioni pari al 3,1% della popolazione. Con l’ultima legge di stabilità il Governo Renzi ha stanziato un miliardo di euro per il contrasto alla povertà rivolto alle famiglie con figli in attesa di approvare una legge che affronti il tema in modo duraturo ed efficace”. Da qui l’iniziativa dell’emendamento.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti