Pontinia, lavori pubblici in via De Gasperi: indagato il dirigente dell’ufficio tecnico

418
Il Comune di Pontinia

L’affidamento di opere di demolizione, recinzione e ripristino dello stato dei luoghi in via Alcide De Gasperi a Pontinia finisce al centro di un’inchiesta della Procura della Repubblica per abuso d’ufficio.

L’iniziativa assunta dal Comune di Pontinia ad aprile 2016 fa seguito ad una deliberazione di luglio 2015 con la quale la giunta dell’allora sindaco Eligio Tombolillo aveva approvato lo studio di fattibilità e il progetto preliminare per la riqualificazione del parco tra via Gramsci e largo Buonarroti. L’atto nel mirino della Procura è contenuto in una determinazione del dirigente dell’ufficio tecnico, l’ingegnere Corrado Corradi, relativo all’affidamento dei lavori alla ditta Costruzioni Mastruzzo di San Felice Circeo, per un importo di circa 76mila euro.

I lavori in questione avrebbero mandato su di giri i titolari dell’hotel Ares poiché in buona sostanza apparivano finalizzati al rientro in possesso da parte del Comune di un’area data loro in gestione attraverso apposita convenzione. Quanto basta agli stessi per presentare un dettagliato esposto. Gli accertamenti sono stati svolti dal Nipaf di Latina e le risultanze, finite in Procura, hanno comportato da parte del sostituto procuratore Giuseppe Miliano l’iscrizione nel registro degli indagati per abuso d’ufficio in danno al privato dell’ingegnere Corradi. Il nodo della vicenda ruota attorno agli obblighi della convenzione e a una controversia pendente tra le parti presso il Tribunale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti