Concordato Latina Ambiente, il Comune sospende due trattenute da 103mila euro

316

Il Comune di Latina ha sospeso le trattenute mensili ancora da effettuarsi sulle liquidazioni dei canoni relativi ai servizi di igiene urbana dei mesi di maggio e giugno 2016, a titolo di rimborso sulle somme ancora dovute dalla Latina Ambiente S.p.A. nei confronti della Cassa Depositi e prestiti.  L’intero importo, pari a 622.438,99 euro era stato ripartito in sei quote da 103.739,83 euro ciascuna, a partire dalla mensilità del mese di gennaio 2016, ma per effetto del concordato due tranche restano bloccate. Con una determinazione dirigenziale del Servizio Igiene Ambiente e Sanità, l’ente municipale visto il decreto del Tribunale è dovuto tornare sui propri passi poiché la legge fallimentare stabilisce che “dalla della pubblicazione del ricorso nel registro delle imprese e fino al momento in cui il decreto di omologazione del concordato preventivo diventa definitivo, i creditori per titolo o causa anteriore non possono, sotto pena di nullità, iniziare o proseguire azioni esecutive e cautelari sul patrimonio del debitore”. Nella nuova determinazione il Comune stabilisce che le trattenute dei due canoni verranno inserite nell’elenco dei crediti dell’ente municipale nei confronti della Latina Ambiente per i quali saranno attivate le relative procedure di recupero.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti