Intervista col creativo! Alla scoperta del “Pianeta Mel”

446

Lo so, vi ho un po’ trascurato in queste ultime settimane, ma oggi sono qui per farmi perdonare con una nuova intervista che , sono sicura , vi entusiasmerà.

mel8
Melania

Mel è strepitosa! Un vulcano di idee , e il suo blog un universo tutto da scoprire!

Non ci resta che cominciare ….

Mi piacerebbe tanto che ci parlassi del tuo primo post : le emozioni che hanno attraversato il tuo essere nell’istante esatto in cui hai schiacciato il tasto “pubblica”

Come si dice: “Il primo Post non si scorda mai” 😉

Ho condiviso le Bustine di Natale che avevo realizzato per accompagnare i regali che avrei poi donato ai miei genitori.

Ed ora che mi ci fai ripensare posso dire che è stata veramente un emozione schiacciare per la prima volta il famoso tasto pubblica. Un mix di agitazione ed insicurezza, ma allo stesso tempo, voglia di condividere con gli altri le mie idee e le mie bustine natalizie.

Ora, invece, parlaci di te, dei tuoi sogni e di come intendi realizzarli

Sono, come credo tutte le creative, una sognatrice di professione!

Amo sognare da quando sono piccola e di sogni ne ho veramente tanti… Però un sogno a cui tengo molto è legato al mio blog. Mi piacerebbe molto poter andare avanti e farmi conoscere ancora di più ai frequentatori del web per poter trasmettere la forza della creatività. Far capire l’importanza che assume sia nei bambini che negli adulti.

Attraverso la creatività esercitiamo la nostra mente a trovare delle soluzioni anche quando di primo acchito sembrano non esserci.

Per me la creatività non è sinonimo di bellezza estetica ma è la capacità di saper guardare con occhi diversi.

Come per il post della Torta di Cocomero. Tagliando il baby cocomero in modo diverso dalla solita fetta ed accompagnandolo con delle fettine di banana e pepite di cioccolato, possiamo creare una simil torta a piani ^_^

Come intendo realizzare questo sogno? Continuando a condividere. La condivisione è la forza di tutti noi.mel1

Perché riciclare?

Se ci pensiamo bene si è sempre riciclato.

Sembra che sia una moda di oggi o un’esigenza di oggi ma in realtà non lo è.

Una volta, le nostre nonne, quando il collo di una camicia si consumava non la buttavano nel secchio ma riutilizzavano la parte del collo non consumata e la rimettevano, per così dire, a nuovo.

Questo per fare un piccolo esempio. Solo che poi il consumismo ha portato tutti noi a uno stile di vita diverso ed incurante delle conseguenze. Tutto quello che viene prodotto poi rimane.

Nulla si crea e nulla si distrugge. Per questo è importante riusare e riutilizzare tutto ciò che è possibile.

Per aiutare l’ambiente, per aiutare noi stessi che siamo parte integrante dell’ambiente e per aiutare le generazioni future. E la creatività nel riciclo ha un ruolo molto importante. Per questo nel mio blog stimolo la creatività ed il riuso.mel2

Un bouquet di asparagi e fragole ! Come ti vengono queste fantastiche idee? Quali le tue fonti di ispirazione?

Secondo me tutto è fonte di ispirazione. Partendo dalla vita quotidiana, alla natura, al web, ecc ecc…

Per il bouquet di asparagi e fragole è stata proprio la forma dell’asparago a suggerirmi l’idea del bouquet. In frigo avevo questi due alimenti e l’associazione creativa è venuta da se!mel3

Le foto delle tue creazioni sono esse stesse opere d’arte : come si fa una buona foto? Puoi rivelarci qualche trucco del mestiere?

Prima di tutto grazie per il complimento ^_^ Stupendo!

Io no ho mai studiato fotografia e non ho mai approfondito l’argomento. Vado molto a senso e a sperimentazioni. Nel senso che provo, provo e riprovo a fotografare lo stesso soggetto in modi differenti.

A forza di fotografare piano piano si inizia a fare esperienza e a capire vari aspetti rilevanti per poter valorizzare il soggetto. Infatti se si vedono i miei primi post le foto sono diverse rispetto alle ultime. E questa è una cosa che mi piace molto perché si vede il percorso, la crescita e lo stimolo che mi regala ogni giorno il mio blog.

Un mio trucco è che cerco, quando è possibile, di fotografare la creazione su uno sfondo bianco perché mi sono resa conto che dona luminosità alla foto intera ^_^

C’è una stagione dell’anno in cui Melania si sente più creativa?

Sinceramente no… Non ho la stagione che mi stimola di più di altre. Lo stimolo viene, per quanto mi riguarda, da più fonti. E ogni stagione ha le sue.

“Impara l’arte e… non metterla da parte !” Recita un banner trovato sul tuo blog: il significato di condivisione per Mel?

Per me, come ho detto prima, la condivisione è la forza di tutti noi.

Spesso si pensa che se si impara un qualcosa e ce lo teniamo custodito segretamente per noi stessi ne avremo un vantaggio esclusivo a proprio favore. Senza renderci conto che se quel qualcosa non viene poi condiviso con gli altri perde già di suo.

Condividendo non arricchiamo gli altri a nostro discapito ma arricchiamo noi stessi ricevendo poi la condivisione degli altri. E questa è una forza assoluta.mel4

Le tre qualità che , secondo te ,  non devono mancare mai ad un creativo

L’esigenza di conosce e di imparare, l’esigenza di comunicare e di essere se stessi.

Con quali occhi occorre guardare un oggetto per ripensarlo in modo utile e creativo?

A questa domanda rispondo con una bellissima frase di Henri Matisse. “Non c’è niente di più difficile per un pittore veramente creativo del dipingere una rosa, perché prima di tutto deve dimenticare tutte le altre rose che sono state dipinte.”mel5

Hai dedicato un’apposita sezione del tuo blog alla raccolta differenziata . Come si diventa “smaltitori di rifiuti responsabili”?

E’ una delle sezione di cui sono molto orgogliosa.

E con piacere vedo che è seguita ed indicizzata nel web.

Come si diventa “smaltitori di rifiuti responsabili”? Questa è una bella domanda! A cui sinceramente ho difficoltà a rispondere.

Penso che per diventare “smaltitori di rifiuti responsabili” dobbiamo prima di tutto renderci conto delle difficoltà che ci sono nella gestione dei rifiuti.

Come ho detto prima. Nulla si crea e nulla si distrugge. Tutto quello che viene gettato nell’indifferenziato, cioè ciò che non viene differenziato e quindi non riciclato, non sparisce magicamente nel nulla ma rimane nell’ambiente. E spesso ahimè rimane gestito in modo inappropriato con la conseguenza dell’inquinamento dell’ambiente e di noi stessi.

Per questo è importante differenziare il più possibile. Anche se costa a tutti noi del tempo in più e dello spazio per i vari contenitori. Ma è del tempo che doniamo non solo all’ambiente ma soprattutto a noi stessi ed ai nostri figli per un futuro migliore e vivibile.

Ti e vi saluto con un mio video tutorial. Una rosa realizzata riciclando un foglio di giornale.mel6

W la Creatività, W il Riciclo e W Clelia ^_^

E W Mel ! Quante cose abbiamo imparato oggi da te : e non parlo solo di ciò che possiamo realizzare con le nostre mani, ma  soprattutto di come possiamo trasformare il nostro modo di “guardare il mondo che ci circonda”.

Per essere creativi , infondo , basta sfruttare a 360° gradi il nostro senso più importante : la vista!

Imparare a guardare con il cuore e con la fantasia .

Un grazie di cuore alla nostra nuova amica , e a voi che continuate a seguirmi.

Vi abbraccio tutti e vi do appuntamento alla prossima intervista !

Clelia

p.s. ricordate che tutte le interviste sono anche sul mio blog!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti