Sabaudia Film Fest, a Nino Frassica il Premio Cosmari per il personaggio dell’anno

431
Nino Frassica con Simona Izzo e Francesco Traversa

“L’idea di assegnare un Premio Cosmari nell’ambito del Festival di Sabaudia è nata dalla volontà di sostenere attività culturali di spessore sul territorio della provincia di Latina, in particolare quelle di grande richiamo turistico”. Francesco Traversa, amministratore del Consorzio di Cisterna di Latina che si occupa della gestione dei rifiuti industriali, ha presentato così il Premio al personaggio dell’anno consegnato domenica sera a Nino Frassica. Un riconoscimento alla carriera di un attore eclettico che continua a dividersi tra cinema e televisione riscuotendo sempre grandi consensi. E quello della consegna del Premio all’attore siciliano è stato forse il momento piò emozionante della splendida serata che si è svolta nella piazza di Sabaudia. “Sono davvero emozionato – ha detto – anche perché non abituato a ricevere premi come questo”. Molto soddisfatto Francesco Traversa di questo connubio tra cinema e ambiente. “Si può fare cultura anche parlando di rispetto per l’ambiente. E’ la filosofia che da tempo muove le strategie aziendali di Cosmari, che dopo una serie di iniziative nelle scuole, questa estate ha deciso di sposare anche campagne di promozione culturale. La nostra mission aziendale, da sempre, è rivolta verso il rispetto dell’ambiente. Anche nel corso dell’ultimo anno abbiamo promosso tante campagne di sensibilizzazione, soprattutto tra i più piccoli. Ci sembrava giusto essere presenti in questi giorni anche a Sabaudia, la città delle dune, nel cuore del Parco del Circeo, per rilanciare un messaggio di attenzione e tutela del territorio ma anche per incoraggiare iniziative dall’alto valore culturale e che creano valore aggiunto anche nell’ottica di una promozione della nostra provincia”.

A Sabaudia, nel corso della rassegna presentata da Ricky Tognazzi e Simona Izzo, sono arrivati tantissimi  protagonisti dell’ultima stagione cinematografica, da Paolo Genovese (vincitore del Festival con “Perfetti sconosciuti” e del premio per la migliore sceneggiatura) a Ennio Fantastichini, da Fausto Brizzi a Laura Morante, Rocco Papaleo e Ferzan Ozpetek. Il premio migliore attore protagonista è andato a Checco Zalone per il suo “Quo Vado” che ha portato fortuna anche a Eleonora Giovananrdi, vincitrice del premio come migliore attrice.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti