Latina e provincia, gli affari immobiliari con il Demanio. Nel capoluogo in vendita sei appartamenti

376

Poco più di 700mila euro è il valore totale dei 19 beni messi in vendita dall’Agenzia del Demanio per proprietà dello Stato sparse sul territorio della provincia di Latina. Proprio il 21 luglio scorso la direzione della Regione Lazio dell’Agenzia ha diramato l’avviso pubblico per vendere i beni dello Stato che vanno da terreni ex canalette di scolo fino ad appartamenti. L’affare più importante lo si registra a Latina dove vengono ceduti, con una base d’asta che parte da 60mila euro fino a 95mila euro, singolarmente cinque appartamenti che si trovano in via Don Morosini 2, zona Università, nelle due scala A e B della palazzina che ospita attualmente anche la sede del consultorio familiare del capoluogo.

Il termine entro il quale si potranno presentare le offerte è il prossimo 27 settembre ore 12. I cinque appartamenti sono di vario taglio: da 90 metri quadrati, 80 mq, 95 mq e due da 94 mq. Il grado di manutenzione degli immobili va dal pessimo (il prezzo inferiore) a sufficiente (i restanti). Un altro appartamento in vendita si trova a Latina Scalo in via del Murillo n. 8 e l’immobile, di superficie coperta di 43 metri quadrati e scoperta di 996 metri quadrati, viene ceduto con una base d’asta di 56.274,00 euro.

A Terracina ancora un appartamento in vendita con pertinenze. Si tratta di una unità immobiliare di Borgo Hermada con appartamento di 134 metri quadrati, un magazzino di 23 metri quadrati e una corte di 1623 metri quadrati. Il tutto venduto con una base d’asta di 87.210 euro. A San Felice Circeo in vendita con una base d’asta di 104.403 euro viene ceduta la quota indivisa del 50% di un lotto di terreno all’interno del consorzio Acquamarina la cui destinazione urbanistica di previsione del Piano regolatore generale è di zona omogena B di completamento edilizia residenziale turistica per 1.015 metri quadrati, mentre per 160 metri quadrati è prevista la viabilità di piano.

A Minturno, il Demanio cede invece un ex canale irriguo occupato regolarmente con contratto in scadenza nel 2021 della superficie di 1200 mq circa. Ex canalette di scolo in vendita anche a Sabaudia (tre) tutte con destinazione a verde rurale, tre a Sermoneta ed una a Priverno, dove vengono ceduti anche un quindicesimo di diritto di proprietà di due terreni ed un sesto di proprietà di altro terreno. A Formia infine un altro terreno di nuova formazione che deriva da un interramento di specchio acqueo in precedenza di proprietà del Pubblico Demanio Marittimo e successivamente riclassificato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti