Ferrero dalla Sampdoria al Francioni, con quattro prestiti e una raffica di battute

489

Il feeling nelle trattative di mercato era stato già anticipato dall’operazione dello scorso anno, a dire il vero dagli esiti non felicissimi, riguardante l’arrivo al Francioni dell’ex nazionale Marchionni e la spedizione a Marassi del baby pontino Di Nardo. Oggi quell’intesa tra Latina e Sampdoria è stata ufficializzata, alla presenza dell’acclamatissimo ed effervescente Massimo Ferrero. “Vi ho dato quattro giocatori, due in particolari sono fortissimi”: il patron cinematografico ha esordito così, annunciando i prestiti di Atila Varga, Alessandro De Vitis, Gabriele Rolando e Michele Rocca. In cambio andrà in Liguria a titolo definitivo il baby Criscuolo, ma non quest’anno: meglio restare alla corte di Vivarini a farsi le ossa.

 

SERVE UN PROGETTO PER SOGNARE IN GRANDE

Il patron blucerchiato ha subito spiegato i motivi della sua presenza nella sala stampa del Francioni: “Sono molto legato a questa zona, l’estate la trascorro da queste parti, qui ho fatto “Gas” uno dei più bei film e ho scoperto due grandi attrici, Francesca Dellera e Manuela Arcuri. Ho conosciuto questi due signori che fanno di questa squadra una scuola di vita del calcio italiano: prediligo loro ad altre società per far crescere i miei ragazzi. I nostri giovani vi regaleranno delle grandi soddisfazioni, potranno dare un grande contributo per far crescere il Latina e per far si che vi faccia sognare. Ce la potete fare ad arrivare alla massima serie ma ci vuole un progetto: io vi sto dando una mano, loro vi vogliono far sognare e con il contributo di tutti possono farcela. I giocatori? Sono tutti “cucciolotti” che vanno motivati, per i quali il presidente è un grande padre di famiglia che deve “menarli” sempre ma non dimenticandosi però di complimentarsi con loro qualche volta”.

 

QUATTRO “FORTISSIMI” INNESTI

Ferrero si è soffermato sui suoi gioielli girati in prestito al Francioni ma senza addentrarsi troppo nei dettagli: “Sono quattro ragazzi molto talentuosi, uno in particolare ha più “fame”. A me piace molto Rocca, secondo me sarà molto utile al Latina e sicuramente giocherà titolare. Un altro molto bravo è Rolando. Sia chiaro però che questo club non è un ricovero: io ho scelto di girarli qui e non altrove, sono certo che la società saprà valorizzarli”.

 

ROLANDO, DE VITIS, VARGA MA SOPRATTUTTO…ROCCA!

09-06-15 FINAL EIGHT PRIMAVERA14-15/LAZIO-INTER MICHELE ROCCA AUTORE DELLO 0-1

Degli innesti in questione conosciamo già Gabriele Rolando, un esterno classe ‘95 al lavoro già da una settimana con la truppa di Vivarini. Altro baby, con trascorsi solo nelle giovanili della Samp e prima ancora della Juve, è il 20enne difensore centrale slovacco Atila Varga. A loro si aggiunge il più esperto Alessandro De Vitis, regista classe ’92 con trascorsi in serie B a Modena, Padova e Carpi. La stagione scorsa, dopo un’annataccia passata in infermeria a Marassi, si è risollevato con 19 presenze alla Spal, in Lega Pro. Ultimo dell’elenco ma sicuramente il primo nella lista dei desideri del mister, il gioiello Michele Rocca, un interno/trequartista del ’96, prodotto del vivaio dell’Inter, club con il quale ha vinto il torneo di Viareggio nel 2015: lo scorso campionato, dopo il debutto in A con i blucerchiati, ha disputato l’intero girone di ritorno a Lanciano, occupandosi della cabina di regia in 17 partite.

 

GLI INTERVENTI DI MAIETTA E APRILE: “LE QUOTE NON C’ENTRANO”

Prima di tutto Pasquale Maietta ha voluto evitare fraintendimenti: “E’ una sinergia prettamente tecnica e di mercato, non ci sono quote societarie di mezzo o interessi trasversali da parte di Ferrero nei confronti del Latina. La società resta saldamente nelle mani di Aprile e Maietta!”. Il presidente ha poi ringraziato il collega blucerchiato “per aver sposato un progetto per la valorizzazione del nostro vivaio e per i calciatori che questa società produce. Siamo riusciti ancora una volta a mettere in vetrina un nostro talento, Criscuolo. Da questa sinergia arriveranno vantaggi importanti per tutti”. Antonio Aprile ha aggiunto: “Ho conosciuto di recente Massimo Ferrero, già ci è stato vicino lo scorso anno instaurando questo rapporto di stima e collaborazione tra le due società. Lo ringrazio per quello che ha fatto e sta facendo per noi: tale legame si rafforzerà nel tempo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti