Gaeta, controlli in mare: tante multe ma anche… bollini blu per diportisti virtuosi

154
Una motovedetta della Guardia Costiera di Gaeta

Operazione “Mare Sicuro 2016”: la Guardia Costiera di Gaeta continua, senza sosta, ad impiegare il proprio personale e le proprie unità navali al fine di garantire, sulle spiagge ed in mare, il rispetto delle norme poste a tutela della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e balneare, il corretto uso del demanio marittimo e della tutela dell’ecosistema marino e costiero. Il week end appena trascorso ha visto impiegati gli equipaggi delle unità navali ed i militari delle pattuglie di terra della Guardia Costiera che, fin dalle prime ore del mattino, hanno effettuato attività di vigilanza lungo le coste. Particolare attenzione è stata posta nei confronti dei diportisti e per il rispetto delle norme in materia di sicurezza della navigazione con le unità da diporto e delle relative dotazioni di bordo, riscontrando violazioni alla normativa che limita la navigazione con le moto d’acqua nella rada di Gaeta e del rispetto del limite sotto costa, procedendo a sanzionare i trasgressori. Al termine delle attività di controllo infatti sono state elevate sanzioni amministrativa per oltre 7.500 euro ed identificate oltre 80 persone. Il personale delle unità navali ha, inoltre, rilasciato ai diportisti più virtuosi, il “Bollino Blu”. Inoltre, il personale della Capitaneria di Porto di Gaeta ha effettuato, sul litorale del Comune di Gaeta, presso gli stabilimenti balneari e le spiagge libere 15 controlli al fine di verificare il rispetto dell’Ordinanza balneare del Comune di Gaeta e di sicurezza balneare della Capitaneria di Porto di Gaeta. L’attività di controllo continuerà anche nei prossimi giorni, con particolare riferimento al contrasto all’illecita attività della preventiva occupazione delle spiagge libere e del campeggio non autorizzato. Si ricorda che le zone di mare riservate alla balneazione sono quelle ricomprese entro la fascia dei 200 metri dalla spiaggia o 100 dalle scogliere. A favore di tutti i bagnanti e diportisti si ricorda, inoltre, il numero blu gratuito 1530 al quale risponde la Guardia Costiera.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti