Caroso Festival tra Sermoneta, Formia e Lanuvio: al via la 22° edizione

190

Si apre all’insegna del Messico e delle sue influenze musicali la ventiduesima edizione del Caroso, uno dei festival internazionali di chitarra più longevi di tutti i tempi in programma a partire da domani sera 2 agosto e fino a domenica prossima 7 agosto nelle cornici di Sermoneta, Formia e Lanuvio.

Il primo appuntamento vedrà protagonista dalle ore 21 Cecilio Pereira tra i più quotati musicisti sudamericani, che si esibirà al Teatro Don Bosco di Lanuvio. Proporrà di M. Giuliani “Grande ouverture”; di H.V. LOBOS “Cinque preludi”; di M.M. Ponce “Sonata”, “Allegro moderato”, “Chanson” e “Allegro non troppo”; di M.C.Tedesco “Sonata op. 77”, “Omaggio a Boccherini”, “Allegro con spirito”, “Andantino, quasi canzone”, “Tempo di Minuetto”, “Vivo energico”; di R. Dyens “Tango en sky”, “Fuoco”.

Il Caroso Festival proseguirà mercoledi 3 agosto con il Cairone Duo in prima linea nella promozione della cultura flamenco-latin-jazz che si esibirà nella Chiesa San Michele Arcangelo Sermoneta; giovedi 4 agosto ancora a Sermoneta, questa volta con uno degli emergenti della chitarra italiana, il 26enne Riccardo Calogiuri; il 5 agosto si torna al Teatro Don Bosco di Lanuvio con Martin Madrigal considerato dalla critica internazionale uno dei maggiori chitarristi messicani per il suo istinto musicale e per la sua tecnica interpretativa; sbato 6 agosto tappa a Formia presso l’Arena Caposele con Flavio Sala, molisano d’origine ma con gran parte della carriera vissuta in America in concerto. Sala sarà anche docente di una master-class molto attesa a Sermoneta nella mattinata di domenica, 7 agosto, dalle 9 alle 13, per tutti coloro che vorranno perfezionare la loro passione per la sei corde.

La rassegna è come sempre ideata e diretta dal maestro Stefano Raponi, coadiuvato dal maestro Massimiliano Romano, e si avvale del patrocinio dei comuni che ospitano di volta in volta l’evento con il supporto degli sponsor Biliardi Raponi, Officine Ceccacci, Oc Progetti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti