Sponsorizzazioni con “Io&Latina”, la sfida della nuova amministrazione comunale

474
Il tavolo della conferenza stampa di oggi

Si chiama “Io&Latina” il progetto che l’amministrazione comunale sta portando avanti sul fronte delle sponsorizzazioni. Un sistema in parte già avviato dal Comune di Latina tanto che nel 2014, grazie ad una mozione del Pd, si è dotato di un apposito regolamento.

Il sistema delle sponsorizzazioni è finalizzato a reperire risorse esterne da utilizzare in diversi ambiti amministrativi, da eventi culturali a interventi di decoro urbano a prestazioni di servizi, consentendo così di rispondere ai bisogni della città e dei suoi cittadini senza pesare troppo sul bilancio dell’ente. La nuova amministrazione comunale ci scommette e ci mette la faccia: ne ha parlato durante il Consiglio comunale per il riequilibrio di bilancio e con la sua prima delibera di giunta ne ha fissato gli indirizzi generali. “E’ un progetto di sintesi del nostro percorso politico – ha detto oggi il sindaco Damiano Coletta, nel corso della conferenza stampa indetta con l’assessore al bilancio Giulio Capirci per illustrare ‘Io&Latina’ -: consente ai cittadini di partecipare al Comune e al Comune di rendere partecipi i cittadini. Un modo diverso di comunicare”.

Reduci di una riunione con i dirigenti comunali, il primo cittadino e l’assessore sono arrivati in conferenza stampa dichiarando che il regolamento sulle sponsorizzazioni vigente sarà presto modificato, come suggerito dagli uffici, per l’adeguamento al nuovo Codice dei contratti pubblici e che ciò non impedirà nel frattempo l’avvio del progetto “Io&Latina” nel pieno rispetto delle regole.

Il programma vero e proprio sarà predisposto a partire da settembre attraverso bandi che risponderanno ai temi lanciati dall’amministrazione. Nella variazione del bilancio di previsione, approvata nell’ultimo Consiglio comunale – ha ricordato Capirci – sono state aumentate delle spese, tra le quali quelle finanziabili attraverso le sponsorizzazioni. “Nel bilancio approvato dal commissario Barbato – ha detto l’assessore – era già prevista una somma legata alle sponsorizzazioni: 100mila euro per il Natale di Latina. Noi ne abbiamo aggiunti altri 100mila circa per cultura, ambiente e turismo, sempre spendibili se coperte da sponsor”.

La predisposizione di bandi impone temi burocratici e non consente di organizzare qualcosa di utile per l’estate di Latina. Ecco perché è necessario partire subito per programmare le prime iniziative a partire da settembre. Ma agosto è ancora lungo e la nuova amministrazione vuole sperimentare nell’immediatezza il sistema degli sponsor attraverso offerte “rapide” per la realizzazione di uno o più eventi. Si è pensato ad un ciclo di concerti, ha sottolineato l’assessore Capirci dichiarando di aver già ricevuto proposte informali.

Il progetto “Io&Latina” è rivolto alle aziende e alle associazioni che in cambio di un loro contributo avranno la possibilità di ottenere visibilità e quindi promuovere le proprie attività. Chiunque fosse interessato potrà rivolgersi alla segreteria del sindaco, contattando il numero telefonico 0773/652565. Presto sarà dedicata un’apposita sezione sul sito istituzionale del Comune di Latina.

Sottolineate le differenze tra sponsorizzazioni e donazioni, tra sponsorizzazioni e concessioni, sindaco e assessore hanno voluto sottolineare che le sponsorizzazioni presuppongono un contratto tra il Comune e il privato e che lo stesso stabilisce diritti e doveri delle parti.

“In tanti mi hanno detto – ha dichiarato Coletta – di volerci aiutare. Ecco, ritengo che questo sia il modo più corretto per avviare una collaborazione con i nostri concittadini”. Il sindaco ha chiuso la conferenza stampa buttando lì un’idea: le associazioni sportive d’eccellenza potrebbero prendersi cura di un parco e dotarlo di attrezzi sportivi da destinare soprattutto agli utenti della terza età che non possono andare in palestra.

Il sindaco Damiano Coletta e l'assessore Giulio Capirci
Il sindaco Damiano Coletta e l’assessore Giulio Capirci

LE VOSTRE OPINIONI

commenti