Latina, tenta il furto alla stazione. Arrestato da poliziotto libero dal servizio

233

La Squadra Volante della Questura di Latina, ieri mattina, unitamente ad un poliziotto libero dal servizio, ha tratto in arresto, il cittadino tunisino Mohamed Basaoui, di anni 22, perché individuato nel tentativo di compiere un furto su un’autovettura  Ford KA, in sosta regolare nel parcheggio antistante la Stazione ferroviaria di Latina Scalo. Verso le ore 12.15 il poliziotto libero dal servizio, nel transitare con la propria autovettura, ha notato la presenza del tunisino intento ad osservare all’interno dei veicoli, detenendo in mano un tubo di ferro. Lo straniero dopo aver atteso il suo allontanarsi si è avvicinato al veicolo iniziando ad armeggiarvi intorno.

Immediatamente il poliziotto lo ha raggiunto chiamando, contestualmente, con il proprio telefono cellulare, il 113 ed avvisandolo di quanto stava accadendo. Sul posto, la Sala Operativa della Questura ha inviato prontamente due delle Volanti presenti sul territorio le quali sono giunte pochi istanti dopo e, proprio in concomitanza con l’intervento del loro collega, sono riuscite a bloccarlo subito dopo che lo stesso aveva forzato la serratura del portellone posteriore del veicolo.

Il tunisino, nel tentativo di nascondere la borsa che aveva appena prelevato dal bagagliaio della vettura, ha cercato anche di privarsi dello strumento adoperato per la manomissione.

Accompagnato presso gli uffici della Squadra Volante, l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di tentato furto aggravato.  Nel frangente è stata individuata anche la proprietaria del veicolo. Quest’ultima, in sede di denuncia, ha riconosciuto il borsone sportivo depositato nel veicolo e prelevato dallo straniero.

Al termine delle rituali formalità, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa della direttissima che si terrà questa mattina, come disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Latina, di turno, Claudio De Lazzaro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti