Gaeta, Mar d’Arte inaugura il nuovo spazio espositivo e di osservazione astronomica

334

Venerdì 19 agosto, alle 18, in via Lungomare Caboto, 10 a Gaeta, l’associazione culturale e ricreativa Mar d’Arte presenta M Arte, il nuovo spazio espositivo e di osservazione astronomica. Un doppio appuntamento riservato ai visitatori che oltre ad accedere alla nuova sede di M Arte prenderanno parte all’inaugurazione della mostra personale di due eccellenze del panorama culturale italiano: l’artista Monica Sarandrea e la scenografa Illia Boccia.

Un punto di osservazione di straordinaria bellezza

“L’associazione culturale Mar d’Arte, affiliata Capit, si propone l’obiettivo di unire quanti sono appassionati di arte e di osservazione astronomica perché entrambi sono espressione della bellezza della creazione – spiegano i promotori dell’evento –  Se c’è un’opera d’arte di stupefacente bellezza, la cui osservazione ci regala profonde emozioni, risvegliando in noi domande ataviche su chi siamo, dove stiamo andando e cosa si cela oltre i confini del visibile e della vita, questo non può essere che il nostro universo che noi osserveremo con i nostri telescopi dalla stupenda terrazza panoramica dello spazio espositivo M Arte da cui è possibile godere anche di una meravigliosa vista dell’intero golfo di Gaeta, un’altra grandiosa opera d’arte frutto di un collettivo lavoro millenario che l’ha resa un gioiello storico architettonico unico al mondo”.

Cinque sale espositive

“Ma c’è anche un universo altrettanto complesso da esplorare ed è quello interiore presente in ognuno di noi. Nelle cinque suggestive sale espositive di M Arte è possibile immergersi nell’universo interiore degli artisti che di volta in volta si alterneranno con le loro mostre personali o collettive e che guideranno gli ospiti con le loro opere nei meandri più reconditi delle loro emozioni più profonde, delle loro intuizioni creative, della loro alterità culturale e della loro visione del mondo. Il tema dell’universo cosmico, sociale e psichico con i loro intrecci e reciproci condizionamenti guideranno il nostro impegno per la crescita culturale di un territorio, quello del sud pontino, che ha talenti, tradizioni e storia che meritano di essere valorizzate appieno e fatte conoscere ovunque nel mondo. Altrettanto vogliamo fare portando artisti e talenti culturali di altri luoghi geografici e contesti culturali per un proficuo confronto con un territorio, il nostro, dalla naturale vocazione artistica e con una grande storia di tradizioni e culture sulle spalle”.
 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti