Fossanova, la Magia del Medioevo prende inizio: gli eventi di rilievo della manifestazione

696

Convegni, seminari, concerti, teatro, danza, giocolieri, cucina medievale, arte delle milizie, arcieri, balestrieri, cavalieri, macchine da guerra e armigeri, antichi mestieri e fiere: i tre giorni, dall’11 al 13 agosto, de “La Magia del Medioevo nel Borgo di Fossanova” saranno pieni di eventi. Ecco quelli di rilievo: innanzitutto nei tre giorni si terrà lo spettacolo musicale «I giocolieri del Micrologus in festa sacra e profana». I musicisti dell’omonima associazione sono stati tra i primi a contribuire alla riscoperta della musica medievale e dello spirito con cui fare questa musica oggi. Sin dal 1984, hanno messo su ben sedici diversi spettacoli, alcuni anche in forma teatrale, portandoli in concerto con il loro Ensemble Micrologus non solo in Italia, ma anche all’estero. Ed hanno realizzato, tra l’altro, la colonna sonora del film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores.

Il giovedì invece è prevista l’esibizione, con i canti della Passione, dell’Arciconfraternita del Ss Crocefisso e Monte dei Monti di Sessa Aurunca. Costituita nel 1575, è aggregata alla confraternita del SS. Crocifisso di San Marcello al Corso di Roma. E’ la confraternita che organizza la maggior parte dei riti quaresimali, tra cui la processione dei Misteri del Venerdì Santo, la processione penitenziale del Martedì Santo mattino e l’Ufficio delle Tenebre il Mercoledì Santo sera.

Mentre il venerdì, tra i tanti eventi in programma, da segnalare la perfomance carnavalesca del Gruppo “Boes e Merdules” di Ottana (Nuoro). I Boes portano la maschera taurina che presenta decori e ornamenti realizzati con lo scalpello e il coltello, indossano pelli di pecora bianca, una cinghia di campanacci a tracolla chiamata “Erru” o “Sonazzos” e una maschera lignea chiamata “Carazza”. I Merdules invece rappresentano l’uomo, indossano pelli di pecora bianca o nera, sul capo un fazzoletto scuro “Mucadore”, sul volto una maschera lignea antropomorfa, con tratti umani alcune volte grotteschi, bocche ghignanti, con un bastone di legno “Mazzuccu” in mano, una fune di cuoio “Soca” e una sacca di cuoio “Taschedda”.

Due gli spettacoli teatrali in programma: il palcoscenico della Compagnia teatrale “Il Tetraedro” di Viterbo saranno, nelle serate di giovedì e venerdì, le strade del borgo di Fossanova. Anche quello della Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno è un teatro di strada, ma è anche teatro d’immagine. Il suo spettacolo andrà in scena in uno dei quattro palchi allestiti all’interno della stessa festa. Ispirandosi ai grallatores (i moderni trampolisti), ai mimi e ai cantastorie, ai buffoni e ai menestrelli, i Folli raccontano storie e leggende senza tempo e senza confini con l’uso di trampoli, fuoco, danzatori e attori sospesi. Essendo un teatro di pura immagine è adatto a un pubblico di ogni età. L’uso di tecniche di nouveau cirque e le pratiche di alpinismo e speleologia applicate agli spettacoli hanno reso le performance della Compagnia sempre più affascinanti con nuove macchine scenografiche, l’uso di cavi d’acciaio e funi elastiche, palloni aerostati per le evoluzioni degli attori, spesso impegnati anche in danze aeree, su tessuti, cinghie, cerchi e trapezi. I fuochi d’artificio inoltre sono un elemento perfettamente integrato con le scene rappresentate. La Compagnia dei Folli ha collezionato numerose repliche dei propri spettacoli nelle Piazze più belle d’Italia e d’Europa. Ha varcato anche i confini europei con importanti trasferte in Algeria (al Festival Culturel Europèen), in Sud Africa (al The Arts Festival di Grahamstown), negli Emirati Arabi (al Festival Al Qasba di Dubay), in Russia e in Giappone come ospiti d’onore alla XX edizione del Daidongei Festival di Shizuoka.

Giunta alle diciottesima edizione, «La Magia del Medievo nel Borgo di Fossanova» è organizzata dall’Associazione «L’albero di Holda», con il patrocinio del Comune di Priverno e della Provincia di Latina. Il programma completo della manifestazione sul sito www.alberodiholda.wordpress.com e su Facebook gruppofossanovamedievale 2016.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti