Latina, abituiamoci al bello. Lbc detta l’agenda del decoro urbano

267

Il movimento Latina Bene Comune continua a produrre idee e proposte da trasformare in progetti o suggerimenti per l’amministrazione comunale. E’ di oggi una nota stampa con la quale fa un resoconto sull’attività del Forum “Lbc Decoro urbano” che si occupa di migliorare l’aspetto e la vivibilità della città, anche soltanto attraverso piccoli interventi e sollecitando nel contempo tutti i cittadini a comportarsi con maggiore civiltà nel rispetto dei beni comuni che sono patrimonio di tutti.

Alla riunione del 17 agosto scorso – spiega Lbc – erano presenti diciotto cittadini, di cui molti già attivi da anni nel mondo del volontariato, promotori di lodevoli iniziative finalizzate alla lotta contro il degrado presente in molte aree della città, quali spazi verdi, aiuole, piazze e giardini.

Tra le priorità individuate la riqualificazione del verde, “un processo complesso e impegnativo, ma non impossibile”. “Inoltre dal confronto è emersa la necessità di sensibilizzare i cittadini – si legge in una nota stampa del movimento – ad un maggior rispetto degli spazi comuni, ovunque ci sono pezzi di carta, sacchetti di plastica, cicche o addirittura siringhe usate. L’emergenza dovuta alla criticità della raccolta dei rifiuti ha creato notevoli problemi, soprattutto in termini igienico-sanitari spesso aggravati da un errato modo di conferire i rifiuti ingombranti o ancora peggio quelli ‘speciali’ come vernici, solventi, batterie, tubi al neon, calcinacci, ecc., sui marciapiedi invece che nell’isola ecologica”.

Il forum “LBC Decoro Urbano” ha gettato le basi per la programmazione delle attività, compreso lo studio delle modalità per operare nel massimo rispetto delle regole e in collaborazione con gli uffici predisposti: “Entro la fine di agosto – spiega Lbc – si raccoglieranno le proposte di ogni membro del forum, le quali verranno condivise e valutate in modo da poter realizzare un calendario di tutte le “azioni di decoro”, cercando di coinvolgere, oltre le diverse associazioni già presenti sul territorio, anche i cittadini residenti nelle zone interessate”.

“Un altro aspetto molto sentito – riferiscono dal movimento – è la necessità di istallare cestini, portacicche, cartelli informativi nei luoghi maggiormente frequentati o quelli che spesso diventano piccole discariche abusive, pericolose per i frequentatori soprattutto per i bambini. Sono elementi di arredo urbano indispensabili, il cui corretto utilizzo permetterà di mantenere gli spazi puliti, poiché l’obiettivo sarà quello di raggiungere una corretta fruizione delle aree verdi e degli spazi comuni che, associata ad una adeguata manutenzione, migliorerà la qualità della vita. Insomma la giusta sinergia tra Cittadini e Amministrazione in funzione del Bene Comune”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti