Latina, al D&D Gourmet i sapori della tradizione si reinventano: la capra di Sonnino secondo Manù

141

Il percorso gastronomico di D&D Gourmet venerdi 26 agosto per cena prevede una rivisitazione dello chef Manù della capra. Un sapore della tradizione dell’entroterra collinare pontino che a Sonnino, terra di confine e di briganti, trova la sua “patria”. A Latina si reinterpreta una cucina sedimentata di secoli, di storie, di familiarità. Il cibo non è solo nutrirsi ma è sentire le ragioni dei sapori, sa di briganti e di libertà, ha il sapore dell’identità la capra di Sonnino. A Latina Manù la racconta con nuova finezza, in un tempo diverso. Si tratta di un percorso tra i piatti, di racconti che nella conversazione riproducono le idee di uomini che avevano come unica patria la loro libertà. In una città fatta tutta di ragione il menù “sonninese” fa da contrasto: la ragione delle città nuove e l’anarchia del mondo arcaico.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti