Terracina Book Festival, un weekend tra libri, presentazioni ed eventi culturali

406

Giunto alla settima edizione il Terracina Book festival si aprirà domani, 9 settembre, tra libri, eventi culturali e presentazioni, per poi chiudersi domenica 11. L’evento letterario è ideato da Massimo Lerose e Andrea Giannasi, e si svolge in Piazza Santa Domitilla nel centro storico di Terracina. Tra l’Appia antica, la Cattedrale, i resti delle antiche vestigia dell’impero romano si tiene il festival con contaminazioni letterarie, poetiche, cinematografiche e tanti scrittori. La manifestazione, che inizierà alle ore 21, è organizzata da Innuendo editore, Prospektiva e da Tra le righe libri e proseguirà per tre giorni. Tanti i temi affrontati prima della grande chiusura con Poeti a Duello lo scontro a colpi di versi giudicati da una giuria popolare e la premiazione del concorso “Si Scrive Terracina”. Ogni giorno verrà aperto uno spazio bibliolibreria. Il Terracina book festival fa parte della rete dei festival letterari. Dieci eventi in quattro regioni italiane tra Toscana, Puglia, Calabria e Lazio (www.prospektiva.it).

Domani alle 20, subito dopo il taglio del nastro, Una finestra sul giallo. Sul palco Fabio Mundadori autore de “L’altra metà della notte. Bologna non uccide” (Damster). Durante l’intervista presentazione del festival e premio letterario Garfagnana in Giallo. Ore 20,30 Essere donna oggi. Dibattito con l’On. Souad Sbai autrice del saggio “Isis. Dietro il palcoscenico dell’orrore” (Curcio), Paolo Miggiano autore di “Ali spezzate. Annalisa Durante. Morire a Forcella a quattordici anni” (Di Girolamo) e Massimo Ceresa autore di “Femen. Inna e le streghe senza Dio” (Tra le righe libri). Dialogano con gli autori Massimo Lerose e Andrea Giannasi.

Sabato 10 settembre Alle 19.30 sarà la volta di Una finestra sulla poesia dialettale: Angelo Marzullo. Alle ore 20 si parlerà di Argentina con “La tragedia dei desaparecidos”. Sul palco il procuratore della Repubblica Francesco Caporale, il giornalista Federico Tulli. Modera Cesare Rinaldi. Alle ore 21 si parlerà di confini e della necessità di trovare nuove forme di linguaggio per raccontare la vita e la morte. Sul palco Mina Welby autrice di “L’ultimo gesto d’amore” (Noubs) e Caterina Frustagli autrice del saggio “Primo Levi davanti all’assurdo” (Tra le righe libri). Modera Andrea Giannasi.

Domenica 11 settembre alle ore 18 l’Ing. Gustavo Caizzi racconterà la tragica fine del “Regio Sommergibile Jalea – vento del ricordo” (L’Orto della Cultura) durante la Prima Guerra Mondiale. Alle ore 19 Il prof. Cristiano Spila dell’Università “La Sapienza” di Roma spiegherà il suo studio sul grande autore Carlo Emilio Gadda “Il banchetto di Gonzalo” (Innuendo Editore) Alle ore 19.30 Storie: tra biografia e narrazione. Sul palco Feliciano Feliciani curatore del libro di Giovanni Feliciani “La guerra vista da un bambino” diario di vita vissuta a Terracina fra il 4 settembre 1943 e il 24 maggio 1944 (Innuendo Editore). Ore 20,30 presentazione del libro “Il segreto dei Marò” di Toni Capuozzo (Mursia). Cosa si nasconde dietro il caso dei due fucilieri di marina trattenuti per quasi 4 anni in India e ancora sotto processo? L’intervista l’autore Andrea Giannasi. Ore 21,30 Poeti a duello. Il confronto tra autori che si sfidano a colpi di versi. E al termine premiazione del concorso “Si scrive Terracina”. Conduce Massimo Lerose.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti